femminicidi
9:40 pm, 28 Marzo 17 calendario

Due donne accoltellate dal marito e dall’ex

Di: Redazione Metronews
condividi

Torino Due casi di violenza cieca sulle donne hanno sconvolto il Piemonte. In un caso la vittima è morta, nell’altro versa in gravi condizioni. 
A Pinerolo, un uomo ha ucciso la moglie perché spendeva troppo. Sarebbe questo, secondo i primi accertamenti dei carabinieri, il movente che ha spinto un disoccupato di 64 anni a uccidere a coltellate  la moglie di 52 anni, che lavorava come addetta alle pulizie. La coppia ha un figlio, anche lui disoccupato, che non era in casa al momento del delitto. L’uomo è stato arrestato:  sarebbe stato lui stesso  a chiamare i carabinieri confessando il delitto e dicendo: «Venitemi a prendere». La vittima è stata raggiunta da diverse coltellate in faccia e sul corpo.  
Si è trattato invece di tentato omicidio aggravato dalla premeditazione, lesioni personali aggravate, porto abusivo di coltello, danneggiamento aggravato e violazione di domicilio il caso verificatosi a Borgo Vercelli. Un 49 enne è stato fermato dai carabinieri in flagranza dopo che aveva speronato l’auto e accoltellato la moglie che aveva cercato rifugio in una vicina abitazione. Nonostante il tentativo di fuga della donna, l’aggressore, armato di coltello a serramanico, ha raggiunto l’abitazione e, penetrato da una finestra, alla presenza del proprietario ha colpito la vittima per 21 volte  all’addome ed all’emitorace sinistro. I carabinieri lo hanno trovato seduto in terra e arrestato. Sul suo profilo Facebook l’uomo aveva postato l’altro ieri un messaggio che recita: «Donne di merda… Vi ricordo una sola cosa… Toglimi mio figlio e ti sfracello, non toccate il mio sangue». metro

28 Marzo 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo