Lupin III - Il Castello di Cagliostro
12:01 am, 1 Marzo 24 calendario
3 minuti di lettura lettura

Lupin III di Miyazaki si rifà il look e torna in sala

Di: Redazione Metronews
Lupin III
condividi

Il cinema celebra il Premio Oscar Hayao Miyazaki con il ritorno sul grande schermo di “Lupin III – Il Castello di Cagliostro”. Il 4, 5, 6 marzo questo gioiello di animazione arriverà nelle sale italiane in versione rimasterizzata e restaurata in 4K.

Cagliostro è lo Stato più piccolo del mondo governato dal conte che porta quel nome e proprio lì, oltre le mura di pietra del castello, il conte tiene prigioniera la bella Clarisse che possiede la chiave per accedere a un tesoro di inestimabile valore. E qui entra nel gioco Lupin che desidera liberare la ragazza, punire i cattivi e, ovviamente, assicurarsi il tesoro.

Lupin III con Jigen e Fujiko

Eccolo allora insieme al suo fedele compagno Jigen. Eccolo riuscire a individuare la fonte delle banconote false che hanno messo in ginocchio l’economia mondiale. Ed eccolo con la seducente e procace Fujiko e il tenace Ispettore Zenigata. Soprattutto eccolo guidato per mano da Hayao Miyazaki.
Così mentre l’ultimo meraviglioso film del maestro dell’animazione giapponese, “Il ragazzo e l’airone”, è ancora nei nostri cinema e continua a conquistare il box office, torna sul grande schermo un altro capolavoro “Lupin III- Il Castello di Cagliostro”, l’anime che nel 1979 segnò il suo debutto alla regia in un lungometraggio e che divenne il primo film d’animazione presentato al Festival di Cannes.

Un Lupin eroe romantico

Film che di fatto ricreò il personaggio di Lupin che si trasforma da protagonista, spesso vincente ma privo di etica, a eroe che viaggia sempre carico di principi. Un eroe quasi romantico che non ama le armi e che non è mai inflessibile ma cangiante, sempre pronto a riconoscere i suoi errori e migliorarsi. Ricadendo anche negli stessi errori.
Il tutto grazie a Yasuo Ōtsuka del nuovo studio A Production, che per dare vita alla serie propose due nomi che conosceva bene: Isao Takahata e Hayao Miyazaki, usciti molto ammaccati dalla Toei Animation, dopo il flop di un film a cui avevano lavorato insieme con la supervisione dello stesso Ōtsuka (“La grande avventura del piccolo principe Valiant”), e proprio per questo in quel momento messi ai margini delle nuove produzioni. Siamo a cavallo tra i Sessanta e i Settanta e siamo alla nuova nascita di Lupin di cui il 24 ottobre 1971 veniva trasmesso in Giappone dall’emittente Yumiuri Tv il primo episodio di Rupan Sansei. Il risultato fu il film che oggi, finalmente, potremo rivedere sul grande schermo.

Miyazaki e Monkey Punch

Lunedì 4, martedì 5, mercoledì 6 marzo 2024 il film arriverà infatti nelle sale italiane (nell’ambito della nuova stagione Anime al Cinema, elenco sul sito nexodigital.it) in versione rimasterizzata e restaurata in 4K, presentata con le voci italiane storiche, per permettere ai fan di rivivere la più bella avventura di Lupin diretta da Miyazaki, in uno dei titoli più famosi di tutta la storia degli anime.

Praticamente il mitico incontro tra due leggende, ovvero, tra l’estro creativo di Monkey Punch e la genialità di Hayao Miyazaki, allora regista in divenire. Praticamente un’occasione imperdibile. Non solo per i fan di anime.

1 Marzo 2024 ( modificato il 29 Febbraio 2024 | 16:13 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA