Skype bloccato per diverse ore: caos nelle comunicazioni

Sono gli effetti della globalizzazione e della centralizzazione dei servizi su un unico o su pochi operatori. E’ bastato qualche malfunzionamento sui server di Skype per lasciare “a terra” milioni di utenti e tenerli disconnessi per ore.
Sicuramente molti non conoscono Skype o magari lo conoscono ma non lo usano abitualmente per la comunicazione. E’ interessante sapere che è molto usato nella comunicazione tra imprese e soprattutto nelle chiamate internazionali anche in videoconferenza. Sono all’ordine del giorno, ormai, innumerevoli videoconferenze che evitano che anche consigli di amministrazione o importanti riunioni necessitino di lunghi spostamenti. Ebbene, l’altro giorno Skype ha bloccato la quasi totalità dei suoi utenti e non per pochi minuti bensì per svariate ore.
Al di là del dettaglio tecnico di cosa possa essere successo nasce un interrogativo molto importante che viene in mente in momenti come questo: la globalizzazione e l’accentramento di una gran quantità di utenze e servizi su un unico operatore non è forse rischio di debolezza? In fondo è bastato così poco per disconnettere il mondo intero. Certo, c’erano innumerevoli alternative ma tutti coloro i quali avevano programmato l’uso di Skype quel giorno di certo non hanno avuto modo di usare alternative valide da attivare in pochi minuti.

Blog di: 
Salvo Amato