Eitan dimesso ora è a Pavia dalla zia

  • FUNIVIA MOTTARONE

«L'unica preoccupazione dei familiari di Eitan che si trovano in Israele è che il piccolo si trovi in una casa che non è la sua e all’inizio possa essere un po' smarrito». Lo dice l’avvocato Franz Sarno che assiste alcuni dei familiari di Eitan Biran , il bimbo di 5 anni unico superstite dell’incidente della funivia del Mottarone in cui sono morte 14 persone compresi i suoi genitori e il suo fratellino, che oggi è stato dimesso e ora si trova a casa della zia Aya a Pavia. Al momento, sul futuro del piccolo non ci sono certezze, spiega l’avvocato civilista Cristina Pagni che affianca la zia nel procedimento giudiziario. «L'unica cosa sicura è che il giudice di Torino ha nominato la zia come tutrice e che ora l’iter della tutela si sposta da Torino a Pavia dove vive la zia di Eitan. Affido alla zia? Per ora è prematuro parlarne». Il bimbo è tornato in ambulanza nella sua casa a Pavia, accompagnato dalla zia che in queste settimane non l’ha mai lasciato solo. Le condizioni del piccolo sono molto migliorate, e la prognosi è di 60 giorni. Eitan proseguirà il percorso terapeutico dal punto di vista psicologico ed effettuerà future visite di controllo.

Articoli Correlati
FUNIVIA MOTTARONE

Mottarone, indaginianche su incidenti all'Alpyland

Luigi Nerini era già indagato per due incidenti sulla pista su rotaia in cui sono rimasti feriti un dipendente e un passeggero