Malagò rieletto al Coni Due donne vicepresidenti

ISTITUZIONI Giovanni Malagò succede a se stesso: è stato eletto per la terza volta (sarà l’ultima, avverte lui stesso) alla guida del Coni, per il 2021-2024. Un segno di continuità in un momento difficilissimo per lo sport. Ma la sua elezione si accompagna a una forte novità al femminile. Lo dice lo stesso Malagò: «Cinque donne in giunta sono state una sorpresa per tutti. Secondo la legge che ho fortissimamente voluto bisognava eleggerne quattro. È uscito un risultato strepitoso. Se lo meritavano, sono donne eccezionali». Non solo. Due di loro sono state scelte come nuove vicepresidenti: saranno Silvia Salis, nel ruolo di vicario, e Claudia Giordani, la prima ex campionessa italiana del lancio del martello nell’atletica leggera, la seconda rappresenterà anche gli sport invernali, dal momento che è stata argento olimpico in slalom speciale ai Giochi di Innsbruck '76. Le altre elette in giunta sono Norma Gimondi (ciclismo),  Antonella Del Core e Emanuela Maccarani.

METRO

Articoli Correlati

Da Cdm ok al decretoper autonomia del Coni

Dotazione di personale e trasferimento di impianti per evitare le "sanzioni" del Comitato Olimpico Internazionale

«Mai così tante vittorie»Malagò racconta lo sport

Secondo il numero uno del Coni non ci sono mai stati in 105 anni di storia del Coni risultati sportivi così positivi come negli ultimi cinque

Malagò resta presidenteRieletto a capo del Coni

Il Faraone dello sport italiano ha ottenuto una vittoria schiacciante nelle elezioni per la guida del Coni: per lo sfidante Sergio Grifoni due voti contro 67