Milano, festa nerazzurra e l'Inter vince ancora

  • inter campione

Una grande festa pur se con qualche assembramento di troppo e poche mascherine. D'altronde, con tremila persone in piazza non poteva andare in altra maniera. La festa di una parte del tifo organizzato nerazzurro si è svolta secondo le indicazioni previste negli scorsi giorni: inizio dei festeggiamenti attorno alle 14, ingresso nell’area adiacente al Baretto dopo il controllo di zaini e documenti di identità, ingresso contingentato, poi via ai cori in attesa dell’arrivo della squadra, giunta allo stadio Meazza alle 16.35 per sfidare la Sampdoria. Coro più gettonato: "I campioni dell’Italia siamo noi", inventato dalla Lazio nel 2000. Poi, insulti ai grandi ex Zlatan Ibrahimovic (rossonero...) e Mauro Icardi e selfie davanti al murale dedicato a Lukaku, grande protagonista della stagione nerazzurra, Dal punto di vista della sicurezza, nulla di sgradevole da segnalare: presente l’ambulanza e le forze dell’ordine, inoltre un elicottero ha costantemente monitorato il regolare svolgimento della manifestazione. La festa vera e propria andrà in scena il prossimo 23 maggio, giorno di Inter-Udinese.

Alle 18 si è disputato l'incontro di campionato contro la Sampdoria. Goleada nerazzurra andata in rete con Gagliardini (5°), doppietta di Sanchez (26° e 36°), Pinamonti (61°) e Lautaro su rigore al 70°. Per i liguri gol di Keita al 35°

METRO

Articoli Correlati
inter campione

Lukaku punge Ibra"Ora inchinatevi”

Inter, Lukaku a Ibrahimovic: “Il vero Dio ha incoronato il Re. Ora inchinatevi”
inter campione

Marotta: "Parte un cicloSpero che Conte resti"

L’ad nerazzurro Marotta dopo il titolo conquistato: "La crescita anche se lenta è stata costante"
inter campione

Conte, il trionfoe la rivincita

La cavalcata impressionante dell'Inter dopo l'uscita dalla Champions: i meriti del tecnico, della società, dei giocatori. Il rebus del futuro