Guerra per gli astici chiesti caschi blu Onu

  • canada

In Canada si profila una nuova “guerra dell’astice”: il leader della comunità indigena Sipeknèkatik si è rivolto all’Onu, chiedendo addirittura il dispiegamento dei caschi blu a tutela della sicurezza del suo popolo nella parte sud-occidentale della Nuova Scozia, che si affaccia sull’oceano Atlantico.

All’origine delle nuove tensioni c'è la decisione della sua comunità di pescare al di fuori dalla stagione stabilita dalle autorità federali, scatenando reazioni violente dei pescatori commerciali. Questi ultimi hanno saccheggiato e bruciato un magazzino dove erano conservati i crostacei pescati dai Sipeknèkatik, ributtando gli astici in mare. Inoltre hanno vandalizzato i loro veicoli, distrutto materiali da pesca per sabotare la loro attività e in alcuni casi hanno anche attaccato i pescatori indigeni.

Il conflitto per l’astice non è recente ed è emblematico della lotta delle comunità autoctone in difesa dei propri diritti storici a gestire, raccogliere e vendere il pesce in Canada.  Il Canada è il più grande esportatore di astici al mondo e la Nuova Scozia è una delle aree in cui la pesca è più ricca. I Sipeknèkatik fanno parte dei Mìkmaq, una popolazione nativa americana che vive per lo più sulla costa atlantica del Canada. I Mìkmaq sono il gruppo aborigeno predominante nella Nuova Scozia, dove ci sono 13 comunità native per un totale di circa 19 mila persone. 

Articoli Correlati

Le foche si perdonoe invadono il paese

Nel villaggio di Roddickton-Bide Arm circa 40 foche disorientate durante la migrazione

Grizzly attacca e sbranamadre e figlia di 10 mesi

Nello Yukon, in Canada, vicino al lago Einarson. La famiglia viveva in una baita

Marijuana, troppa domandaI fornitori sono in difficoltà

Canada, dopo la legalizzazione avvenuta il 17 ottobre