Festa Inter, è polemica «Peggio chiudere la piazza»

  • Milano

 La curva Nord dell’Inter ha dato appuntamento per festeggiare come si deve lo scudetto  il prossimo 23 maggio, a partire dalle 9 di mattina, ultima giornata del campionato, fuori dallo stadio, «nel rispetto delle regole anti assembramento». Meno male, perché qualche dubbio è lecito dopo la notte di follia di domenica sera in piazza Duomo e dintorni. Come dice il presidente della giunta Regionale Attilio Fontana, «vedremo tra 15 giorni» le conseguenze dei festeggiamenti per lo più a mascherina calata tra migliaia di tifosi.  
Quanto successo preoccupa i virologi e gli scienziati, che in coro condannano l’accaduto. Compreso l’infettivologo Matteo Bassetti che però tira un assist a Matteo Salvini: se si fossero fatti entrare 20mila tifosi allo stadio (che ne tiene 80mila), dice, gli assembramenti si sarebbero evitati. È la tesi di Salvini che accusa, insieme a tutto il fronte del centro destra locale, la giunta Sala di non aver saputo gestire l’evento. Gli risponde il sindaco su facebook :  «La risposta è no. Innanzitutto perché gli stadi sono chiusi. E poi, come entrano ed escono 20.000 tifosi senza assembrarsi?». La vicesindaco Anna Scavuzzo dice che di fronte a 30mila tifosi disorganizzati e accorsi spontaneamente si è lavorato alla mitigazione del danno. Stessa posizione della Questura e del prefetto Renato Saccone: «Abbiamo valutato che chiudere piazza Duomo, spazio urbano ampio e con numerose vie di esodo, sarebbe stato inevitabilmente occasione di ancora più densi e rischiosi assembramenti».

Articoli Correlati

Prove di riapertura Esperimento in discoteca

A fine mese test per 2500 al Fabrique

Dopo il no di Albertinispuntano Maldini e Ghisleri

Milano, dopo il no di Albertini a candidarsi sindaco tra i nomi che circolano Paolo Maldini e Alessandra Ghisleri.

Torna la musica liveIl Fabrique spera

Il locale si candida per ospitare 2500 persone con green card. Favorevole Palazzo Marino, si attende l'ok dal ministero per l'esperimento