Coverciano celebra il Grande Torino

  • superga

Nel giorno che ha segnato la tragedia di Superga, il 4 maggio, il Museo del Calcio, che raccoglie la storia della Nazionale, espone una serie di oggetti dedicati alla memoria del Grande Torino.

Il ricordo della tragedia di Superga «lega tutto il Paese - spiega Matteo Marani, vice Presidente della Fondazione Museo del Calcio - quella squadra fu l’orgoglio del nostro calcio e fu anche espressione della speranza di un’Italia che ripartiva».

Nella prima sala sarà esposta la teca contente la maglia di Virgilio Maroso (dono di Bruno Giorgi), indossata in occasione della tournée in Brasile del Grande Torino nell’estate del 1948. Altra importante testimonianza legata alla memoria del Grande Torino esposta al Museo del Calcio è la spilla di Romeo Menti (dono di Titti Menti). Senza tralasciare il drappo granata, i parastinchi e le sigarette di Aldo Ballarin ritrovati sul luogo dell’incidente, la tessera postale di Valentino Mazzola e la medaglia d’oro alla memoria dello stesso. 

In serata i granata hanno onorato la memoria degli eroi di Superga vincendo, nel posticipo della 34° giornata, la gara contro il Parma condannando i ducali alla retrocessione nella serie cadetta. Gol partita di Vojvoda (alla prima realizzazione in serie A) al 18° della ripresa. Il Torino, grazie ai tre punti conquistati è a + 3 dalla zona retrocessione dovendo anche recuperare la gara con la Lazio.