Alitalia, Lazzerini "Troppo lasciare 50% di slot"

  • Alitalia

ROMA «È importante che tutte le informazioni siano valutate in un quadro ampio ricordando che il piano di sviluppo sarà fortemente inquadrato nell’accordo istituzionale tra il governo e la Commissione europea. Siamo a disposizione del governo per ogni tipo di supporto e fiduciosi che in tempi brevi ci sia l’avvio delle attività» di Ita. Lo ha detto il presidente di Ita, Francesco Caio, nel corso di un’audizione alla Camera sul futuro diAlitalia  «Gli hub principali di Ita saranno Fiumicino e Linate»: ha invece affermato  l’ad di Ita Fabio Lazzerini aggiungendo che è eccessiva la richiesta Ue di cedere il 50% degli slot di Linate. «Per quanto riguarda la trattativa con l’Ue è vero che c'è una situazione diversa rispetto alle altre compagnie però a fronte di ricapitalizzazioni importanti, 9 miliardi di Lufthansa e 4 miliardi di Air France, le percentuali di slot rilasciate in cambio delle autorizzazioni sono state infinitesime. Il 50% su Linate è decisamente un pò tanto», ha aggiunto il manager.
L'unica certezza è che domani andrà in scena un nuovo infuocato incontro fra i tre commissari Alitalia Giuseppe Leogrande, Daniele Santosuosso e Gabriele Fava, ed i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl, per risolvere le questioni più calde, relative al pagamento degli stipendi.

Articoli Correlati

Giorgetti: "Alitalia?Prossimi mesi dolorosi"

Alitalia, il ministro Giorgetti: Saranno mesi di transizione dolorosi, anche sotto il punto di vista occupazionale" Non sarà compagnia low cost

Alitalia, dopo primo okora la Ue aspetta il piano

Previsti circa 6000 esuberi. MilleMiglia non potrà passare alla nuova Ita

Arriva l’ok di Bruxellesper la nuova Ita-Alitalia

Passo importante nell'incontro dei ministri Giorgetti e Franco con la vice presidente della Commissione Ue Margrethe Vestager