Un Marciapiede Didattico contro il pregiudizio

Si chiama "Il Marciapiede Didattico Disabilita il Pregiudizio" ed è un progetto socio-educativo: si tratta di fare percorrere, seduti su una carrozzina, una struttura modulare in legno che riproduce un normale marciapiede, con tutti gli ostacoli che si incontrano quotidianamente. L’esperimento è stato proposto a gruppi di studenti di età 11-15 anni di alcune scuole fiorentine con l’obiettivo principale della riduzione del pregiudizio nei confronti di chi presenta una forma di disabilità, e di riflesso, delle varie forme di diversità, utilizzando la prospettiva dell’immedesimazione.

Il progetto è proposto da anni nelle scuole di Firenze e provincia, e in ampia parte del territorio nazionale, divulgando la cultura dell’accoglienza della diversità. Di recente è diventato oggetto di ricerca scientifica da parte dell’Università di Firenze con l’intento di approfondire la riduzione delle discriminazioni verso disabili e gruppi minoritari con la simulazione di situazioni di disagio e grazie alla forza dell’empatia e dell’immedesimazione. È nata così la collaborazione con il Dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia dell’Università degli studi di Firenze, con il quale è stato studiato e poi realizzato il progetto di ricerca.  

Lo studio sociale, grazie alla partnership con il Comune di Firenze, particolarmente con il Quartiere5, il sostegno fondamentale di Adra Italia che coordina il progetto, dell’8 per mille della Chiesa Avventista e con contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze  e della  Regione Toscana, è stato proposto a 437 studenti di età tra gli 11 e i 15 anni che hanno frequentato - nell’anno scolastico 2019/2020 - alcune scuole secondarie di primo e secondo grado del Comune di Firenze: Liceo Alberti Dante e Scuola Media Paolo Uccello.

I risultati ottenuti sono stati pubblicati su una delle più importanti riviste scientifiche in ambito psico-sociale, il Journal of Applied Social Psychology e saranno resi noti durante il videoforum     di giovedì 15 aprile, in diretta alle 10.30  iscrivendosi all’evento sul sito www.adraitalia.org/marciapiede.

Fra i relatori: Sara Funaro, Assessora all’educazione e al Welfare del Comune di Firenze; Rupert Brown, professore emerito di psicologia sociale Università del Sussex (UK); Camilla Matera e Amanda Nerini, professoresse di psicologia sociale Università di Firenze; Laura Ferraresi, Milca Lamuraglia, Francesca Marchese, Mauro Sbrillo, professionisti dell’equipe del MD.

Articoli Correlati
Disabilità

Bielorussa la prima misssulla sedia a rotelle

Miss Mondo eletta in un concorso di bellezza in Polonia
Disabilità

Legge sul "Dopo di noi"la guida del Notariato

La guida spiega gli strumenti giuridici che sono stati predisposti dal legislatore a tutela delle fragilità sociali, a partire dalla legge sul “Dopo di noi”