Vlahovic non basta L'Atalanta è un rullo compressore

  • Serie A

FIRENZE- Una gara al cardiopalma risolta da un rigore trasformato da Ilicic. È un'Atalanta monstre, come quasi sempre d'altronde, quella che si presenta al Franchi nel posticipo domenicale della 30° giornata. Primo tempo dominato chiuso con il vantaggio di sole due reti, ma potevano essere almeno il doppio. Zapata protagonista: sue entrambe le realizzazioni. La prima, al 13° su un cross splendido di Malinovskiy e la seconda al 40° su un altro assist del numero 18. Nel mezzo miracoli di Dragowski e occasioni sciupate di un soffio. La Dea, in totale controllo della gara, si fa però sorprendere da Vlahovic al 57° lesto a riaprire il match. Subito dopo gli uomini di Gasperini buttano al vento il 3-1 con Toloi e vengono castigati nuovamente da Vlahovic al 66° su azione straordinaria di Kouamé. Mai risultato fu più bugiardo. E infatti il Dio del calcio (la Dea in questo caso) rimette le cose a posto. Mano di Martinez Quarta in area e calcio di rigore. Lo trasforma Ilicic al 70°. Negli ultimi venti minuti l'Atalanta sfiora più volte il poker. Finisce 2-3. Bergamo gode, è quarta a quota 61 punti, due in meno del Milan secondo. La Viola, a 30 punti, si lecca le ferite.

METRO

Articoli Correlati

Bagarre ChampionsL'Atalanta torna seconda

A Bergamo cade ancora il Benevento. L'Atalanta vince 2-0 e torna seconda. In coda pari tra Samp e Spezia e tra Cagliari e Fiorentina

Cagliari da colpo grossoe Vigorito s'infuria

Il Cagliari vince a Benevento lo "spareggio" per restare in serie A. Ma il presidente campano accusa tutti

Pokerissimo AtalantaOra è seconda

Altra serata di gloria per l'Atalanta. Cinque gol al Bologna. A segno Malinovskiy, Muriel su rigore, Freuler, Zapata e Miranchuk. Ora la Dea è seconda