Igor il russo stende sei agenti carcerari

  • Igor il russo

SPAGNA Torna a far parlare di sè Norbert Feher, alias "Igor il russo", il 40enne serbo bloccato nel 2017 in Spagna dopo otto mesi di rocambolesca latitanza seguiti a due omicidi commessi tra Bologna e Ferrara. Ieri, quando gli agenti della prigione di Duenas si sono presentati nella sua cella per trasferirlo a Saragozza (dove lunedì si apre il processo per il triplice omicidio di due agenti della Guardia Civil e un allevatore che aveva invece commesso in Spagna nella zona di Teruel), "Igor" ha avvertito che avrebbe "portato via" chiunque si fosse fatto avanti, pur di evitare il trasferimento.

Armatura per proteggersi

Per proteggersi il 40enne - con un passato militare - aveva realizzato una sorta di armatura, indossando più abiti sovrapposti e inserendo delle riviste sotto i vestiti. Così quando il primo funzionario si è fatto avanti lo ha colpito con due piastrelle prese dal bagno della cella, poi in sequenza ha mandato in ospedale - per fortuna con ferite non gravi - altri cinque operatori carcerari. Alla fine il personale è riuscito comunque a portarlo fuori, affidandolo ad un reparto speciale della Guardia Civil per il trasferimento.

METRO

Articoli Correlati
Igor il russo

Spagna, ergastoloper Igor il russo

Condannato all’ergastolo, in Spagna, il criminale serbo Norbert Feher, meglio noto come Igor il Russo
Igor il russo

Igor: "Quei poliziotti?Li dovevo sdraiare..."

Il killer serbo Norbert Feher, alias Igor il Russo, davanti al gup a Bologna
Igor il russo

Cartoline dalla latitanzadel killer di Budrio Igor il russo

Pubblicate le immagini che l'uomo di scattava mentre fuggiva in bicicletta per le campagne spagnole