Campagna vaccinale boom Johnson riapre i pub

  • VACCINO

La campagna vaccinale rapidissima consente in Inghilterra da domani la riapertura di pub e ristoranti, che potranno ricominciare a servire i clienti, purchè all'aperto.  Secondo i dati messi raccolti dal website sull'industria dell'ospitalità Caterer.com sono 4 milioni le persone che hanno già prenotato un appuntamento per le prossime settimane. Anche il premier Boris Johnson aveva promesso per domani la sua prima uscita pubblica in un pub, ma dopo il decesso del principe Filippo, quando il Paese è entrato in una settimana di lutto, ha fatto sapere di aver rinunciato ai suoi piani: la sua prima pinta di birra in pubblico dovrà aspettare

La tabella di marcia stabilita lo scorso febbraio per le riaperture post-Covid in Inghilterra (Scozia, Galles e Irlanda del Nord hanno piani autonomi) arriva domani a un momento cruciale perchè la maggior parte degli esercizi non essenziali potrà tornare a lavorare: oltre al fatto che sarà possibile andare in pub e ristoranti, purchè si resti all'aperto, ripartiranno i parrucchieri e gli estetisti; riapriranno biblioteche, zoo, parchi tematici e altri luoghi pubblici. Rimarranno però in vigore le norme sul distanziamento sociale del 29 marzo e continuerà a non essere possibile incontrarsi con altre famiglie nei luoghi chiusi.

Riapriranno anche palestre e piscine. Ai funerali potranno partecipare fino a 30 persone, ai matrimoni fino a 15 persone. Gli studenti universitari, per il momento, non riprenderanno ancora tutti la didattica in aula. Verranno intanto avviati test pilota sugli eventi al chiuso in vista della Fase 3.

La tempestività dei passi successivi, ha chiarito il governo, "dipenderà dai dati e non dalle date". L'intervallo minimo tra i diversi stadi della riapertura è infatti pari a cinque settimane, quattro per raccogliere e valutare i dati e un'altra per consentire a cittadini e imprese di prepararsi. Tutte le misure varranno per l'intera Inghilterra, senza distinzioni tra aree come durante il lockdown. Saranno però possibili misure localizzate, come test aggiuntivi, qualora, ad esempio, emergano nuove varianti.

Articoli Correlati

Effetti avversi vacciniSolo 27 su 100mila fatti

I dati diffusi da Aifa, in tutto 18 milioni di vaccinazioni

La Ue non rinnovail contratto con AstraZeneca

Annunciato invece l'acquisto fino a 1,8 miliardi di dosi in più del vaccino da Pfizer/BioNTech

"Valutiamo Astrazeneca anche agli under 60"

Il commissario Figliuolo: "Vaccini a breve a atleti che vanno olimpiadi"