Crollo dei viaggi il Lazio paga più di tutti

  • TURISMO

Il Lazio  paga il prezzo più alto del calo dei viaggi. Lo rileva Istat, secondo cui nel 2020, la regione continua a essere una delle mete privilegiate per i soggiorni di lavoro, ma, per la prima volta dal 1997, anno di avvio dell’indagine, non è tra le prime sei regioni più visitate scivolando al nono posto. 

Il Lazio - spiega l'Istat nel Report 'Viaggi e vacanze in italia e all’estero anno 2020' - arretra per tutti i tipi di viaggio, comprese le vacanze brevi, delle quali era una delle destinazioni preferite. In particolare, il Lazio è tra le aree che risentono di più della forte contrazione delle visite alle città e delle vacanze culturali, tradizionalmente molto frequenti nella regione.

Di contro, il Trentino Alto Adige sale nella classifica delle mete più visitate, diventando la regione più frequentata in occasione sia delle vacanze brevi che di quelle lunghe in inverno (rispettivamente 14,7% e 22,6%), distanziando notevolmente la Lombardia (13,9%), seconda classificata. Durante questo periodo, gli spostamenti in Trentino Alto Adige sono motivati prevalentemente dalle vacanze sportive, limitate dal lockdown solo a partire dalla metà di marzo.

Articoli Correlati

La Costiera Amalfitanatra i posti più belli al mondo

Nella classifica turistica redatta da Lonely Planet anche Pompei, Matera e l'immancabile Colosseo

Turismo, con il viruscrolla la spesa a tavola

Il Covid fa crollare del 30% la spesa turistica a tavola a causa dell’assenza di stranieri e della ridotta disponibilità economica di italiani

La spiaggia si prenotadirettamente da casa

Turismo dall’Abruzzo una app gratuita: SafeSummer consente di riservare il proprio posto negli stabilimenti balneari registrati sul sito