Gli agguati dei gatti causati dallo stress

  • gatti

GATTI Ciondolano beatamente tra una poltrona e un divano. Si accoccolano ai piedi del letto e ogni tanto si avvicinano in cerca di “grattini”. I gatti son così. Eppure, molto più dei cani soffrono lo stress. «Sono molto abitudinari - spiega Silvia Scarabelli, dottoressa veterinaria - e anche un minimo cambiamento come un trasloco, un cambio di mobili in casa, l‘ingresso di un nuovo membro familiare o semplicemente rumori forti li stressano causando loro patologie spesso legate a problemi dermatologici o cistiti».

Indipendenti, certo, ma pur sempre delicati.

«Per accorgersi quando un gatto è stressato basta poco - prosegue la dottoressa - se sviluppa forme di aggressività e fa veri e proprio agguati al proprietario, se si lecca continuamente nello stesso punto o se è alla continua ricerca di cibo, meglio dedicargli qualche attenzione in più. Basta farli giocare per rendergli la vita più attiva. Ma dargli il topino e mollarli lì, da soli, non va bene: il gatto è un cacciatore e va stimolato altrimenti si annoia».

E cosa c’è di meglio contro la noia di un gioco con un umano?
A loro basta questo: trascorrere un po’ di tempo con l’amico a due zampe per farsi coccolare, ma anche per ritrovare il loro istinto.

Un’idea: provate a farlo divertire con una luce led o una piccolissima torcia. Il vostro “cacciatore” domestico potrà divertirsi ad inseguirne la luce. Sempre col vostro aiuto.

PATRIZIA PERTUSO

Articoli Correlati

Il gatto Mandarino scappalei lo ritrova dopo 8 anni

Una musicista di Faenza ha ritrovato il suo gatto Mandarino dopo 8 anni grazie ad un post dell’Enpa su Facebook

New York, lo Stato control'estirpazione delle unghie

Lo Stato di New York vieterà la pratica della estirpazione degli artigli ai gatti

Ecco Spak, è il gattopiù bello del mondo

Turchia, assegnato a Spak il titolo di gatto più bello del mondo. E' della razza Turco Van