Dante tra saggi e disegni Proposte per grandi e piccini

  • Libri/Dante Alighieri

ANNIVERSARI Nell’anno del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri il 25 marzo si festeggia il Dantedì. Ecco (oltre al consiglio di rileggere la Divina Commedia) una passeggiata tra i libri ispirati al grande poeta fiorentino: dai bambini agli adilti…
 
PER I PIU PICCOLI 
“Vai all’inferno Dante” di Luigi Garlando (Rizzoli, p. 500, euro 17)
Dante torna a Firenze ai giorni nostri per riportare sulla retta via un’adolescente addolorato e aggressivo. Il poeta toscano di esprime solo in rima ma si innamora dei rapper e della Fiorentina. Un Dante sempre modernissimo parla ai giovani perché in fondo «ce l’ha con i corrotti, i ladri, i politici, come fanno i rapper».
“La felina commedia” di Elisa Binda (Einaudi ragazzi, p. 160, euro 14,90)
Una liberissima interpretazione della commedia dantesca dove il gatto Dante perso nel bosco si ritrova ad affrontare un lungo e strabiliante viaggio durante il quale ai personaggi dell’opera originale se ne aggiungeranno nuovi come Arsenio Gatten o le star di “zampagran”.
“La Divina Commedia” raccontata da Paolo di Paolo (La nuova frontiera Junior, p. 106, euro 15,20)
Una rilettura rispettosa ed esauriente dell'intero poema per poter leggere, anche da giovani, il meraviglioso e difficilissimo lavoro dantesco come se fosse un romanzo.
 
PER I PIU GRANDI 
“Dante, nostro padre. Il pensatore visionario che fondò l’Italia” di Marcello Veneziani (Vallecchi, p. 224, euro 17) 
Un'antologia critica delle pagine in prosa di Dante che racchiudono la sua concezione del mondo e svelano il suo pensiero su temi a lui cari come l'amore, la patria, la sapienza, la lingua, la politica. Con un ampio saggio introduttivo in cui Marcello Veneziani ricostruisce l'opera e la personalità del Poeta.
“Dante” di Alessandro Barbero (Laterza, p. 361, euro 19)
Il genio creatore della Divina Commedia visto per la prima volta come uomo del suo tempo di cui condivide valori e mentalità. Lo storico e scrittore Alessandro Barbero ne disegna un ritratto a tutto tondo, avvicinando il lettore alle consuetudini, ai costumi e alla politica di una delle più affascinanti epoche della storia: il Medioevo.
“Le donne di Dante” di Marco Santagata (Il Mulino, p. 424, euro 38)
Il grande italianista Marco Santagata, di recente scomparso, racconta il grande poeta fiorentino attraverso le donne che conobbe di persona o di cui sentì parlare. Dalla madre Bella alla moglie Gemma Donati e alla figlia Antonia, che si farà monaca col nome di Beatrice; donne amate, prima fra tutte il suo amore giovanile, la Bice Portinari trasfigurata nella Beatrice della «Vita Nova» e del «Convivio», e poi angelicata nel Paradiso.

ANTONELLA FIORI