Il Gatto di Geluck celebra anche Dante

Nell’anniversario di Dante arriva in Italia un vero fenomeno letterario: Il Gatto  di Philippe Geluck. Un omaggio del famoso fumettista belga alla nostra lingua con l’edizione italiana del best-seller campione di umorismo in tutto il mondo. Tradotto in ben 15 lingue, a 38 anni dalla sua comparsa Il Gatto conta milioni di lettori di tutte le età. Con l’uscita in Italia del fumetto, Philippe Geluck festeggia a modo suo il Dantedì raffigurando il suo personaggio in conversazioni ironiche e paradossali con il Sommo Poeta.

Amatissimo soprattutto nell’universo francofono, Il Gatto di Philippe Geluck è famoso per il suo umorismo caustico e raffinato, apparentemente semplice ma spiazzante, nutrito di paradossi e giochi di parole sempre nuovi e diversi. Giocando con la sua stessa condizione di personaggio inventato, Il Gatto si fa ritrarre in situazioni poetiche e surreali o sorprendere in pose cinicamente concrete, trascinando il lettore con battute spiazzanti che diventano riflessioni sottili sullo spazio, il tempo e l’universo e inanellando sillogismi impietosi sull’assurdità della condizione umana. Questo tratto inconfondibile del Gatto è tradotto da oggi non solo nella lingua italiana, ma grazie alla collaborazione dell’autore è stato interamente trasposto nell’italianità. Da marzo  il primo album della collana edita da Nimphea  è disponibile sul sito il-gatto.it e in tutte le librerie italiane.  

La forza comunicativa del personaggio ha convinto l’autore a concepire, insieme alla Città di Parigi un evento straordinario: dal 26 marzo al 9 giugno saranno esposte sugli Champs Élysées venti sculture monumentali in bronzo del Gatto dove Botero collocò le sue famose opere nel 1992. 

Articoli Correlati
Philippe Geluck

Il Gatto di Geluckcelebra anche Dante

Nell’anniversario di Dante arriva in Italia un vero fenomeno letterario: Il Gatto di Philippe Geluck