Il lockdown ha trainato il boom dei domini web

  • INTERNET

Nel 2020 sono stati registrati 592.821 siti internet a dominio .it, il 13,2% in più rispetto al 2019. Lo comunica Registro.it, l'organo che opera all'interno dell'Istituto di informatica e telematica del Cnr. Dati che raccontano una demografia digitale italiana cresciuta lo scorso anno del 4,20%, per un totale di 3.374.790 indirizzi registrati col dominio ".it" 

Il boom di nuovi domini è stato registrato durante il lockdown della scorsa primavera, spiega il report. Anche tra il 2018 e il 2019 la targa Internet dell’Italia era cresciuta, ma è nell’anno della pandemia da Covid-19 che l’analisi dei numeri del Registro.it "fa da cartina di tornasole di quanto e in che modo Internet abbia rappresentato un porto sicuro anche per l’utenza italiana, soprattutto prendendo in considerazione i mesi di aprile e maggio 2020, a cavallo del lockdown nazionale".

 “Il Dpcm dei primi di marzo 2020 ha avuto come conseguenza (anche) la sospensione repentina di numerose attività commerciali e l’interruzione, per molti, della propria vita professionale con le modalità di sempre", ha commentato Marco Conti, Responsabile del Registro.it e direttore dell'Iit-Cnr. "I numeri ci dicono che dopo questa prima fase di apprensione e disorientamento generale, nei mesi di aprile e maggio la Rete ha costituito un approdo digitale provvidenziale per moltissimi, a giudicare dal netto balzo di registrazioni, rispettivamente con 66.313 e 59.474 nuovi nomi .it. In nessun mese di nessun anno dal 2008 ad oggi si era registrato un numero tale di nuovi domini. Parliamo del +44% e +28% rispetto agli stessi mesi del 2019”.    Andando a guardare l’andamento tra gennaio e ottobre dello scorso anno, gli italiani hanno registrato 428.788 nuovi nomi a dominio .it, di questi quasi la metà (49%) appartiene a persone fisiche, mentre il 41% è stato registrato dalle imprese, un dato in controtendenza se confrontato con l’intera anagrafica dei domini italiani, dove le imprese costituiscono oltre il 50% della tipologia, contro appena il 32% delle persone fisiche.

Ma l’aspetto più rilevante riguarda i liberi professionisti: con quasi 30.000 nuovi domini registrati, la presenza digitale di questa categoria è cresciuta del 35% in un solo anno: guardando solo ad aprile 2020, si parla di un +113% rispetto allo stesso mese del 2019. Un balzo significativo che vale anche per le altre due tipologie di assegnatari (persone fisiche a +51% e imprese a +56% nel confronto tra aprile 2020 e aprile 2019).

Articoli Correlati

Italia, una famiglia su 4senza accesso Internet

Ricerca Euro Coop su dati Istat. Il digital divide pesa ancora di più in tempi di coronavirus

Jude Law testimonial delle campagne di Sky

Jude Law è testimonial della campagna pubblicitaria di Sky Wifi

Big online, anno d'oro:692 miliardi di ricavi nel mondo

​Nel 2018 Alphabet/Google, Amazon, Apple, Facebook, Microsoft e Netflix hanno fatto 692 miliardi di euro di ricavi nel mondo