Covid, muore anche il re del liscio Raoul Casadei

  • Coronavirus

E' morto il re del liscio Raoul Casadei: aveva 84 anni ed era ricoverato al Bufalini di Cesena per l'aggravarsi delle condizioni in seguito al Covid 19. Casadei era ricoverato da inizio marzo e le sue condizioni sono apparse subito molto serie. Era stato contagiato dal Covid insieme a diversi altri membri della sua famiglia. Era nato a Gatteo, nel Cesenate, il 15 agosto del 1937.

"Che tristezza. Il Covid, maledetto, si è portato via un grande romagnolo e un grande italiano. Raoul Casadei, un amico. Eravamo insieme e spensierati la scorsa estate a Cesenatico. Quando sembrava che il peggio fosse alle spalle. Addio Raoul", scrive su Twitter Enrico Letta, postando una foto che lo ritrae assieme a Casadei scomparso per Covid. 

“Mi stringo al dolore della famiglia Casadei in questo triste giorno in cui la musica italiana perde uno straordinario interprete e un autore che ha saputo coniugare tradizione e innovazione in un percorso di grande qualità artistica". Così il ministro della Cultura, Dario Franceschini.     "Giustamente definito ‘il re del liscio’ - sottolinea Franceschini - Casadei è stato un musicista amato in tutto il mondo che con energia e passione ha fatto ballare intere generazioni portando la tradizione popolare nelle piazze e tra la gente. Io ho avuto la fortuna di conoscerlo e l’entusiasmo suo e della sua famiglia mi hanno fatto amare ancora di più la sua musica e la Romagna”.

Articoli Correlati
Coronavirus

Covid, tra gli effettila disfunzione erettile

Lo studio dell'Università di Miami: Covid-19 può essere responsabile dell’insorgenza della disfunzione erettile per diversi mesi dopo la ripresa del paziente
Coronavirus

Quasi tutta Italiain virata verso il giallo

Probabile eccezione solo la Val d’Aosta. Indice Rt sarà rimpiazzato come parametro principale dall’incidenza ai carichi ospedalieri
Coronavirus

Figliuolo: "Giugno il mesedella spallata"

Il commissario all'emergenza Covid in visita in Veneto: "Dosi anticipate alle Regioni che seguono il Piano"