L'affondo di Angelina contro Brad

  • VENDETTA

USA Con un colpaccio in stile Lara Croft, l’eroina dei videogiochi a cui ha prestato il volto, Angelina Jolie ha venduto all’asta un quadro di Winston Churchill, per la cifra record di 7 milioni di sterline, stimato tra gli 1,5 e i 2,5 milioni di sterline. Piccolo particolare: quell’opera- secondo indiscrezioni dei media americani- era un regalo che Brad Pitt le aveva fatto nel 2011. Un affondo che ha il sapore della vendetta, uno sgarbo dell’attrice americana, madre di sei figli, di  cui tre naturali avuti da Brad e tre adottati,  L’opera,  che si intitola “La torre della moschea della Koutoubia”, è stata venduta il 1° marzo dalla Collezione della famiglia Jolie che porta a casa 7 milioni di sterline, frutto di un rilancio dopo l’altro che ha fatto lievitare le offerte fino alla cifra sborsata da un compratore rimasto anonimo,  una somma mai toccata da un’opera di Churchill, artista che dipingeva per diletto senza particolari velleità, almeno in quell’ambito. Un duro colpo per Brad, che qualche settimana ha dovuto, sembra, anche incassare un altro affronto da parte dell’adorata figlia Shilou Nouvel, che ha rimosso dal suo account social privato il cognome del padre. Questo a pochi giorni da una nuova udienza, che dovrebbe stabilire definitivamente come i due ex dovranno organizzare la custodia dei figli.                                                                      

VALERIA BOBBI