Virus e scuola nuovo stop

  • TORINO

TORINO Il Covid torna a rinchiudere le scuole: la prossima settimana, a meno che non si verifichi un miracolo, si tornerà alla didattica a distanza, in maniera diversificata, in tutto il Piemonte, con il blocco totale (che comprende le scuole elementari e le prime medie) in provincia di Torino, Cuneo, Vercelli e Verbanio Cusio Ossola.

Più leggero il blocco della didattica in presenza nelle province di Alessandria, Asti, Biella e Novara, dove i bambini delle elementari e delle prime medie potranno continuare a frequentare le classi.

È quanto è emerso ieri nel corso del vertice in Regione con i dati del Dipartimento malattie ed emergenze infettive (Dirmei) di Torino e con quelli del Servizio regionale epidemiologico (Seremi). Il provvedimento, previa comunicazione al ministero della Salute entrerà in vigore dall’8 marzo per una durata di 15 giorni, poi si vedrà.

Una misura che segue le indicazioni delle autorità sanitarie, che chiedono il blocco della didattica se in una provincia ci sono più di 250 mila casi ogni 100mila abitanti , se è accertato un numero significativo di varianti del Covid e se nell’ultima settimana c’è stato un aumento di casi.

Ieri su 21.062 tamponi in Piemonte si sono registrati 1.537 nuovi contagi, dei quali 851 a Torino, e 20 decessi.

Articoli Correlati

Reddito di cittadinanzaillegale per 105 detenuti

Indagini della Guardia di Finanza, oltre all'illecito penale anche il danno erariale

Capriolo finisce in villaLiberato dal C.A.N.C.

L'animale, spaventato, è finito in un giardino privato in via Pianezza

Virus e vaccini«Servono certezze»

Il governatore Cirio in piazza con gli ambulanti