Corruzione, Sarkozy condannato a 3 anni

  • francia

L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy, 66 anni, è stato dichiarato colpevole per corruzione nella vicenda sulle "intercettazioni" esplosa nel 2014, due anni la sua uscita dall'Eliseo e condannato a 3 anni di carcere di cui 2 sospesi.

Tramite il suo storico legale, Thierry Herzog, Sarkozy cercò di ottenere informazioni dal magistrato Gilbert Azibert in merito all’inchiesta sul possibile finanziamento libico della campagna 2007, promettendo in cambio un incarico di prestigio a Monte Carlo. Sulla base delle intercettazioni telefoniche delle conversazioni tra i due, convalidate dalla magistratura, l’ex presidente è stato posto in custodia cautelare il 1 luglio 2014 dall’ufficio anti-corruzione, quindi formalmente incriminato per corruzione attiva, traffico d’influenza attivo e violazione del segreto professionale. Nel maggio 2016 la corte di appello di Parigi ha cancellato alcuni atti dell’inchiesta, ritardando la prospettiva di un processo per i tre. Successivamente, il 18 giugno 2020 la Corte di cassazione ha respinto i vari ricorsi presentati da Sarkozy, Herzog e Alibert. Due questioni prioritarie di costituzionalità formalizzate dalla difesa dell’ex presidente sono state anch'esse respinte, aprendo la strada al processo, cominciato lo scorso 23 novembre.  

Articoli Correlati

Aviaria, 600mila anatredestinate ad abbattimento

La Francia abbatterà circa 600 mila anatre destinate alla produzione di foie gras per contenere un virus dell'influenza aviaria

Al bando la gognasull'accento francese

A Parigi il Parlamento approva in prima lettura una legge contro la discriminazione linguistica

Prof di storia decapitatoMostrò vignette su Maometto

Un professore di storia decapitato a Conflans Saint-Honorine, nella Val d'Oise, vicino Parigi da un diciottenne ceceno