Contagio tra i giovani scuole a rischio stop

  • Coronavirus

ROMA Non è bastato il vertice di lunedì sera a Palazzo Chigi con esperti, ministri e capi delegazione per sciogliere gli ultimi nodi sul nuovo Dpcm con le misure anti-Covid, in particolare sulla possibile scelta di chiudere le scuole (che sicuramente saranno sbarrate nelle zone rosse). È probabile che si attendano i dati di martedì - considerato che quelli del lunedì sono meno rappresentativi per via del week-end - per valutare la situazione e prendere le decisioni. Lunedì mattina il premier Draghi - che ha sostituito il commissario straordinario Arcuri con il generale Figliuolo - riunirà nuovamente la cabina di regia, poi ci sarà un passaggio con le Regioni prima della firma in giornata del decreto che sostituirà quello in scadenza venerdì 5 marzo.

Allerta per adolescenti

A preoccupare, come già messo in guardia dal Comitato tecnico scientifico, è il contagio tra i giovani. A partire dalla fine di gennaio, infatti, l’incidenza dei casi di Covid nella fascia sotto i 20 anni ha superato, per la prima volta da inizio pandemia, quella delle fasce di popolazione più adulte. Anche a febbraio è rimasta leggermente più alta. È quanto ha certificato un focus sull’età evolutiva prodotto dall’Istituto superiore di sanità. Le varianti, in particolare quella inglese, hanno una maggiore diffusione nella fascia 0-9 anni. A gennaio e febbraio la fascia 13-19 anni ha toccato il valore più alto mai raggiunto (quasi 200 casi ogni 100 mila abitanti), con un aumento di ricoveri in terapia intensiva.

METRO

Articoli Correlati
Coronavirus

Allerta per l'assediodei ristoratori a Montecitorio

L'Italia torna quasi completamente in arancione. In settimana la decisione sulle riaperture prima di fine mese
Coronavirus

Cambi colore, in arancioneanche Lombardia e Piemonte

Dal 12 in arancione Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana. Rossa la Sardegna
Coronavirus

Draghi: "Ora si vaverso le riaperture»

Italia vira in arancione. Il premier: «Nuovo decreto Sostegni andrà oltre i 32 miliardi»