In arrivo il nuovo Dpcm con un'altra stretta

  • Coronavirus

ROMA Gli inviti alla prudenza non hanno fermato la “movida” con folla, assembramenti, chiusure di piazze e sanzioni in diverse città soprattutto nella giornata di sabato. A fare da contraltare il dato che vede da oggi 3 milioni di studenti (uno su tre degli 8,5 milioni di iscritti totali) tornare in didattica a distanza per l’aggravarsi della situazione. E altre strette sono in arrivo - con un approfondimento in corso proprio sulla scuola - nel nuovo Dpcm, sulla cui bozza il premier Draghi attende ad ore il responso di Regioni e tecnici per dare il via libera al suo primo decreto anti-Covid che entrerà in vigore sabato 6 marzo e arriverà fino a martedì 6 aprile, quindi sino al termine delle festività pasquali. Mentre si attende anche il decreto Ristori cinque.

Sperano cinema e teatri

Niente apertura di palestre, piscine e impianti sciistici. Mentre tra le modifiche più attese c’è il possibile ok all’apertura di cinema e teatri dal 27 marzo, in zona gialla, come aveva chiesto il ministro Franceschini. Un via libera con paletti, anche sulla capienza, e che sarà comunque riesaminato 15 giorni prima. Sarà inoltre possibile andare nei musei anche nei week-end, su prenotazione. Un’altra novità è la chiusura in zona rossa di barbieri e parrucchieri, finora considerati tra i servizi alla persona che restavano aperti.

Niente cene fuori la sera

Confermato il divieto di spostamento tra le Regioni, resta consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione (così come gli spostamenti motivati da esigenze lavorative, di salute o situazioni di necessità). Permessa in zona gialla in ambito regionale la visita in una sola abitazione privata, una volta al giorno, fra le 5 e le 22. Possono spostarsi due persone più i figli minori di 14 anni. Consentito recarsi nelle seconde case in zona gialla o arancione (anche fuori regione) ma solo al nucleo familiare. La sera ancora niente cene fuori: al ristorante e al bar in zona gialla si potrà andare solo fino alle 18 (con asporto fino alle 22).

METRO

Articoli Correlati
Coronavirus

Regioni, 3 in rossoE 13 sarebbero già da giallo

Val d'Aosta, Puglia e Sardegna ancora in rosso, la Campania che virerebbe da rosso ad arancione
Coronavirus

L'odissea di Robertodisabile a caccia di un vaccino

E' uno delle migliaia di lombardi che non viene riconosciuto dalla piattaforma
Coronavirus

Piano da 40 miliardie riaperture in vista

In Cdm scostamento e aiuti. Se dati restano positivi possibile via libera alle attività all’esterno