Nuova variante a New York sembra resistere al vaccino

  • Coronavirus

Una mutazione del Covid su cui il vaccino non avrebbe effetti si sta diffondendo a new York. La super variante sarebbe stata individuata per la prima volta il 20 novembre, identica a quella registrata per la prima volta in Sudafrica.  E’ stata chiamata B.1.351: è un virus più aggressivo, capace di aggirare l'attacco del vaccino. Nelle ultime due settimane, dei casi di positività registrati il 12,7 riguarda la variante sudafricana, un picco di contagi che arriva dopo una crescita costante registrata da fine dicembre. Al Mount Sinai Hospital, in Madison Avenue, l’allarme è presente. Basta parlare di “nuova variante” e rispondono subito sì, per niente sorpresi. “Stiamo monitorando - spiega un addetto del Covid-19 Care Center - ma abbiamo letto di questo inquietante aumento dei casi”. Al Langone Hospital, in Upper East Side, non fanno entrare se non con prenotazione, ma concedono di dare informazioni per telefono. “Abbiamo visto anche noi la notizia della super variante - spiegano dalla reception - c’è chi invita a essere scettici, non esistono dati ufficiali, almeno per ora, ma le varianti ci sono da tempo. Che dire? Non è una notizia rassicurante”.

Articoli Correlati
Coronavirus

Allerta per l'assediodei ristoratori a Montecitorio

L'Italia torna quasi completamente in arancione. In settimana la decisione sulle riaperture prima di fine mese
Coronavirus

Cambi colore, in arancioneanche Lombardia e Piemonte

Dal 12 in arancione Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana. Rossa la Sardegna
Coronavirus

Draghi: "Ora si vaverso le riaperture»

Italia vira in arancione. Il premier: «Nuovo decreto Sostegni andrà oltre i 32 miliardi»