Draghi al vertice Ue "Niente scuse sui vaccini"

  • Coronavirus

Accelerare sulla vaccinazione dei cittadini europei e linea dura per le case farmaceutiche che non adempiono alle obbligazioni previste dai contratti. Queste le linee guida dell'intervento del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel suo primo Consiglio Europeo da premier italiano. Nel corso del summit con i leader Ue, Draghi “è stato molto schietto” nel chiedere un cambio di approccio da parte dell’Ue nei confronti della imprese farmaceutiche che non hanno rispettato gli impegni nella fornitura di dosi. È quanto apprende l’AGI da un alto funzionario europeo.

Draghi al Consiglio europeo ha detto che "per rallentare la corsa delle mutazioni occorre aumentare le vaccinazioni. Serve un'azione coordinata a livello europeo, rapida e trasparente".

Articoli Correlati
Coronavirus

Allerta per l'assediodei ristoratori a Montecitorio

L'Italia torna quasi completamente in arancione. In settimana la decisione sulle riaperture prima di fine mese
Coronavirus

Cambi colore, in arancioneanche Lombardia e Piemonte

Dal 12 in arancione Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana. Rossa la Sardegna
Coronavirus

Draghi: "Ora si vaverso le riaperture»

Italia vira in arancione. Il premier: «Nuovo decreto Sostegni andrà oltre i 32 miliardi»