Gtt: ecco la rivoluzione per l'apertura di Bengasi

  • TORINO

trasporti Potenziamenti d frequenze e  tracciati e nuove linee per "valorizzare il completamento della metropolitana e integrarla nella rete per offrire un servizio integrato con linee di forza, di completamento e di estensione". È il progetto di  Gtt in vista dell'apertura, prevista per aprile, della nuova stazione Bengasi del metrò, che completa il prolungamento della linea 1 verso la zona est di Torino. Le proposte di modifica del nuovo piano, illustrate ieri, prevedono due passaggi: il primo nella prima metà di maggio, il secondo da metà giugno a scuole chiuse. Nella prima fase Gtt propone la modifica del capolinea della linea 2 per migliorare l'interscambio con la stazione Bengasi, l'attivazione di nuove linee 8 e 63, il potenziamento delle linee 14 e 27 e la rivisitazione completa delle linee 35 e 1, con l'intensificazione della frequenza. È poi previsto il potenziamento della linea 74 in orario scolastico e della linea 81 e l'istituzione delle nuove linee 26, sul percorso San Mauro-Settimo, e 23 sul percorso interno a San Mauro. Nello step 2 vengono proposte modifiche  alla linea 5, creando una linea di forza potenziata fra Cimitero Sud e corso XI Febbraio, in parallelo alla realizzazione di una nuova linea, la 25, su percorso Orbassano piazza Bengasi. Sempre ieri 10 associazioni ambientaliste, fra cui Bike Pride Fiab, Unicef e Legambiente hanno chiesto di ripristinare la Ztl, sospesa da un anno a causa dell'emergenza sanitaria. Infine ieri nuova contestazione contro la ciclabile di via Nizza. Questa volta da parte degli attivisti di Torino Tricolore. 

Articoli Correlati

Crisi Embracola rabbia dei lavoratori

Per i sindacati l'incontro Cirio- Giorgetti è stato «inconcludente». A rischio 400 posti di lavoro

Vaccini, figliuolo:«Tutelare i più fragili»

Il commissario straordinario ieri all’hub del Lingotto

Opere in avorio irregolarisequestrate alla casa d'aste Bolaffi

Uno degli oggetti era già stato venduto a un cittadino cinese per 45.000 euro