Antivirus della community per fare impresa

  • WWWORKERS

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro.

Nel mare in tempesta l’antivirus passa anche dalla condivisione delle esperienze e necessariamente dal gioco di squadra. Perché nel tempo segnato dalla pandemia abbiamo imparato a conoscere il valore delle alleanze. L’hanno capito anche Alessandro e Marco Florio, due fratelli veronesi under 36 impegnati in un’impresa di pulizia tecnologicamente avanzata e sostenibile nei macchinari e nei prodotti utilizzati. 
«Abbiamo scelto sin da subito di andare controcorrente, utilizzando i social per fare business: dall’inizio abbiamo avuto il 90% dei nostri clienti proveniente da Facebook e gli altri social», affermano i fratelli Florio. 
Ma la pandemia non ha risparmiato quasi nessun settore, costringendo a ripensare il lavoro ordinario, diventato straordinario. «L’emergenza sanitaria non ha risparmiato neppure noi, un settore apparentemente fondamentale come quello delle pulizie. Nonostante sia una delle principali armi per combattere il virus, le ormai famose sanificazioni hanno solo in parte mitigato il generale crollo del settore», precisano. Così lo stop forzato nel 2020 ha portato ad un calo del 15% sul fatturato complessivo. «Possiamo dire che è il lato oscuro dello smartworking, Senza turismo sono rimasti chiusi la maggior parte di alberghi, ristoranti, bar e molte attività che vanno dallo sport agli spettacoli. E si sono aggiunti migliaia di uffici e mezzi pubblici che per il fenomeno dello smartworking sono rimasti vuoti, inutilizzati e quindi senza necessità di essere sanificati». Difficoltà e preoccupazioni mitigate dalla rete, che già una volta li aveva “salvati” dalla chiusura. «È su Internet, e più in particolare su Facebook, che è avvenuto un piccolo miracolo. Quasi per caso abbiamo iniziato a conoscere altri professionisti nostri colleghi, anche loro costretti ad affrontare analoghi problemi. Da qui è nato un dialogo. Dai quattro che inizialmente eravamo in un solo mese siamo diventati più di mille». Così è nato Mondopulizia, un’avventura che è diventata la prima e più grande community italiana del cleaning professionale, presente oggi su Facebook. «È così che la condivisione di buone pratiche sta aiutando molti colleghi a sopravvivere, il primo passo per poi pianificare una vera ripartenza. Il primo passo a cui stiamo già lavorando è la formazione come leva per crescere. Il digitale ci ha permesso di superare la logica che ci vedeva solo come competitor, scoprendo invece che siamo parte di un ecosistema più grande che necessita di dialogo. Per un strano gioco del destino un virus che ci ha costretti a restare distanti ci ha dato l'opportunità di unirci in rete».

GIAMPAOLO COLLETTI
@gpcolletti
 

Articoli Correlati