Contagi in alto e vaccini ridotti

  • Roma

ROMA Tornano a salire i contagi da Covid 19, rispetto a domenica scorsa e alla giornata di sabato, mentre desta incertezza la riduzione della produzione di vaccini annunciata da Astrazeneca, pari a un 15% in meno rispetto a quelli previsti nei prossimi giorni. Una notizia che preoccupa molto il governatore del Lazio Nicola Zingaretti.

Il bollettino di ieri riporta, su 24 mila test effettuati (circa 4.000 in meno di sabato), 1.048 nuovi casi nel Lazio (127 in più rispetto al giorno prima) di cui 378 a Roma. E sono in aumento anche i ricoveri in terapia intensiva. Sul fronte vaccini da oggi iniziano le immunizzazioni del personale scolastico e universitario 832 mila le prenotazioni già effettuate), mentre dal primo marzo i medici di base inizieranno a vaccinare tutti i nati nel 1956 per poi calare gradualmente con l’età.

Carpineto e Colleferro, nel frusinate restano zone rosse, mentre preoccupano le troppe violazioni alle norme anti assembramento. Transennato ieri il Tridente a Roma, e decine le multe elevate nel week end. In un caso la polizia ha interrotto un droga party in un appartamento al Pigneto. 17 le persone sanzionate.

Nella Capitale la variante inglese del Covid ha interessato la scuola materna ed elementare Sinopoli Ferrini (un alunno positivo), che riaprirà il 24 febbraio.

Articoli Correlati
News