Corsa alle vaccinazioni Pressing su AstraZeneca

  • Roma

ROMA Il Lazio si sta spendendo più di altre regioni nella campagna di vaccinazione: qui è stata vaccinatala percentuale più alta di over 80 (60 mila quelli  immunizzati) e  sono 305 mila le dosi di sieri somministrate in tutta la popolazione, con 117 mila richiami effettuati.

Ma resta il nodo AstraZeneca, come rimarcato ieri sia dall’assessore regionale alla Salute Alessio D’Amato, sia dal presidente del Lazio Nicola Zingaretti, presenti ieri nell’hub di Fiumicino alla prima giornata di immunizzazione dedicata a tutte le forze dell’ordine, col prefetto Matteo Piantedosi.

«Se l’Agenzia italiana del farmaco desse il via libera, potremmo utilizzare il vaccino AstraZeneca per tutti fino ai 65 anni di età», ha spiegato D’Amato. Oggi il vaccino AstraZeneca è somministrato solo agli under 55, «creando anche una discriminazione nella popolazione attiva nel mondo del lavoro», ha aggiunto D’Amato. In serata il comitato tecnico scientifico dell’Aifa ha dato il suo parere positivo, e la riserva su AstraZeneca potrebbe essere sciolta venerdì.

Intanto sono in programma le vaccinazioni di personale scolastico, detenuti e polizia penitenziaria. Sul fronte dei contagi ieri si sono contati 871 nuovi casi positivi nel Lazio (349 a Roma) su 28 mila tamponi effettuati. I decessi legati al virus ieri sono stati 55. Il rapporto tra test e contagi è al 3%.

Articoli Correlati
News