Calcio

Lite Agnelli-Conte Decide il giudice sportivo

Calcio

CALCIO Il presidente juventino Agnelli e il tecnico dell’Inter Antonio Conte, l’altra sera allo Stadium, se ne sono dette di tutti i colori, gestacci inclusi. Ad accusare è Conte: «Il quarto uomo ha visto cosa è successo tutta la partita, dovrebbero essere più educati. Non c'è niente da dire, servirebbe più sportività e rispetto che chi lavora». Già, il quarto uomo. Se nel referto ha scritto qualcosa, il giudice sportivo della Coppa Italia, oggi, potrebbe prendere dei provvedimenti per violazione della lealtà sportiva. Si vedrà. Intanto, resta la brutta impressione di una lite volgare. L’ex presidente juventino Cobolli Gigli ammonisce entrambi i protagonisti: Agnelli, dice a Radio Punto Nuovo, «è stato vittima di se stesso e dei social, si è sfogato di tutto quanto accumulato in questi anni contro Conte (che andò via dalla Juve nel 2014 in una polemica poi continuata, ndr)». Conte, poi, «è un tecnico competente ma una persona esagitata, non vorrei essere sua moglie o sua figlia». Per Evelina Christillin, che lo dice a TuttoJuve, «Agnelli deve essere stato provocato».

METRO

Articoli Correlati
Calcio