News

Fermata Bengasi debutto con imprevisto

TORINO

TORINO La metropolitana ha puntato verso piazza Bengasi alle 10:50 di ieri, per la prima volta con dei passeggeri, e di assoluto rango. Ma il debutto verso la nuova e tanto attesa destinazione non è andato liscio.

Lo stop improvviso
Dopo pochi secondi il convoglio si è fermato e le luci si sono spente, lasciando di stucco autorità, tecnici e giornalisti. Il treno è ripartito lentamente dopo tre interminabili minuti fino alla stazione Italia 61, quasi pronta, con gli operai in movimento e le ultime finiture da completare. Dopo una breve fermata il treno è ripartito alle 10:57, illuminato dalle luci nella nuovissima galleria, e con un po’ di sobbalzi.

Il nuovo capolinea
Alle 11 in punto l’arrivo alla stazione di piazza Bengasi, alla quale mancano gli ultimi ritocchi, ma che in sostanza è quasi pronta. In carrozza erano presenti il governatore del Piemonte Alberto Cirio e la sindaca di Torino Chiara Appendino, l’assessore regionale Andrea Tronzano e quella comunale Maria Lapietra. E c’era anche Massimiliano Cudia, amministratore unico di Infra.To, la partecipata che ha gestito lo scavo. I passeggeri sono saliti sulle nuove scale e sono tornati in superficie. Decine di operai erano lì  in attesa. Alle 11:07 tutti avevano varcato i tornelli tra gli applausi e i ringraziamenti della sindaca ai tecnici.  Queste le prove generali di quanto accadrà a metà aprile, quando torinesi e pendolari potranno salire in carrozza e arrivare fino a un punto che sembrava irraggiungibile: il confine Sud della città.

Un viaggio atteso a lungo: i lavori per il prolungamento della linea 1 dovevano durare 3 anni e mezzo, e si sono allungati a oltre 9. Per proseguire i lavori in galleria, dove bisogna collaudare gli impianti e installare la segnaletica, dal 15 febbraio al 26 marzo la metropolitana di fermerà in anticipo, anticipando la chiusura alle 22 . Tra due mesi la linea 1 del metrò avrà dunque 2 fermate in più, che faranno salire a 23 il totale delle stazioni. Il tutto, mentre prosegue l’iter per prolungare la linea 1 anche a Ovest. Proprio ieri la giunta di Torino ha approvato - su proposta dell’assessora Lapietra - lo schema di convenzione tra Comune, Città Metropolitana e Infra.To  per l’erogazione delle risorse statali da destinare alla progettazione dell’intervento: in tutto 615 mila euro, cui se ne aggiungeranno altri 368 mila della Città Metropolitana per arrivare a un totale di 983 mila euro.

Articoli Correlati
News