In aumento crash aerei provocati da animali

  • Animali

IRLANDA L’incidenza degli impatti di mammiferi con aerei - i cosiddetti «runway roadkill» - sta aumentando in modo significativo di anno in anno e questo “fenomeno” sta costando alle autorità aeronautiche milioni di dollari all’anno. Un danno incomprensibilmente sottovalutato e sottostimato a livello internazionale. Così un gruppo di ricercatori si è messo a studiare da vicino le situazioni in diversi aeroporti: da Sydney a Londra e dagli Stati Uniti alla Germania.

Aumentati del 68%

L’analisi, coordinata dalla ricercatrice irlandese Samantha Ball dell’University College Cork, ha svelato che i «runway roadkill» sono aumentati fino al 68 per cento annualmente e hanno causato incidenti che sono costati oltre 103 milioni di dollari solo negli Stati Uniti su un periodo di 30 anni. Secondo la ricerca, i mammiferi coinvolti sono incredibilmente vari: «Da alcuni dei mammiferi più piccoli del mondo, come le arvicole - ha spiegato Samantha Ball - fino alle giraffe». Tuttavia, la maggior parte degli attacchi aerei coinvolge uccelli.

METRO

Articoli Correlati

In Lombardia 1 cane ogni 6 abitanti

Invece c'è un gatto ogni 53 cittadini. Lo dice il censimento di Legambiente

Pantere, tutti le cercanonessuno le trova

La caccia al felino avvistato in Puglia e i tanti precedenti spesso rimasti un mistero

È un polpo italianoil mollusco dell'anno

L'Argonauta argo ha vinto il prestigioso riconoscimento internazionale e ora vedrà sequenziato il suo genoma