News

Spostati dai portici i sette clochard molesti

TORINO

città  Sette clochard sono stati identificati ieri in centro durante una operazione della polizia in collaborazione con i vigili urbani. L'intervento era scattato in seguito dei numerosi esposti presentati da alcuni residenti della zona, che avevano denunciato episodi di molestie da parte degli stessi clochard.  
La “retata” ha interessato i portici di corso Vinzaglio, via Cernaia, piazza Castello e via Viotti, dove sono molti i senzatetto  che dormono su giacigli improvvisati, sia di notte che di giorno. Dei sette fermati, tre sono risultati irregolari e quindi sono stati accompagnati in Questura per accertamenti. Gli altri, per lo più con precedenti, sono stati identificati e allontanati dai giacigli di fortuna per liberare gli spazi dalle loro cose e procedere con la sanificazione delle strade, effettuata dall’Amiat. L’azione di polizia ha suscitato però più di una critica. «Prendersela con i più fragili denota una pochezza etica e umana prima ancora che politica che non fa onore alla tradizione di solidarietà e inclusione che caratterizza Torino», ha attaccato il consigliere Pd, Stefano Lo Russo. Sempre ieri, un agente della Squadra Volante è rimasto ferito dopo che uno spacciatore lo aveva spintonato, buttandolo a terra e facendogli sbattere la testa. Il poliziotto aveva fermato il pusher, che era stato visto prelevare un involucro dal paraurti di un'auto parcheggiata in via Saluzzo, per poi allontanarsi in direzione di corso Marconi. Raggiunto dalla polizia, il pusher ha aggredito l'agente, che è stato subito soccorso e trasportato in ospedale dove è stato ricoverato per un trauma cranico con versamento, con prognosi di 30 giorni.

 

Articoli Correlati
News