In vacanza su Marte con Rudy e DeaKids

  • Serie tv DeaKids

MILANO La famiglia Hansen è formata da una madre ecologista (Chiara Spoletini), un padre avventuriero, uomo d'azione e di temperamento  (Federico Maria Galante), Alice, una figlia scienziata (Alice Papes) e un figlio (Edoardo Tarantini) che da sempre è considerato un marziano. Chi meglio di loro può aggiudicarsi la vincita alla lotteria il cui premio è ritrovarsi proprio su Marte?

A pochi giorni dall'ammartaggio della sonda Nasa Perseverance che depositerà sul suolo marziano una Rover per studiare tracce di vita e di presenza di acqua, arriva su DeaKids (Sky, 601) la serie Rudy On Tour - Vacanze su Marte,  realizzata da KidsMe, la children content factory del gruppo De Agostini Editore, in collaborazione con l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

La sitcom si sviluppa in quindici episodi che trasporteranno il pubblico dei giovanissimi nel mondo della scienza spaziale attraverso il racconto di avventure, curiosita' astronomiche e gag divertenti.

La serie verrà trasmessa dal 15 al 19 febbraio dalle ore 18.35, a pacchetti di tre puntate per giorno.

L'anteprima del primo episodio andrà in onda giovedì 11 febbraio, in occasione della Giornata internazionale delle donne nella scienza. Le puntate saranno successivamente fruibili sui canali social dell'Agenzia Spaziale Italiana. 

Nella serie ci saranno molte gags, ma anche spiegazioni scientifiche. Tra gli elementi di astronomia che verranno spiegati, gli influssi della fase lunare e la gravità sui pianeti oltre alle caratteristiche astronomiche del Pianeta Rosso, delle stelle e dell’universo.

Tante domande le cui risposte faranno divertire e imparare: dal tema della gravità coniugato all'attività fisica in uno sketch comico, al tramonto blu passando per la coltivazione di pomodori.

«Questa serie per noi è un fiore all'occhiello - dichiara Alba Rondelli, Chief of Originals Officer per KidsMe -, poter collaborare con un'istituzione prestigiosa come ASI mettendo in campo la nostra expertise sulle serie comedy è stata un'esperienza unica. Siamo partiti da nozioni scientifiche legate a Marte come la gravità che è circa un terzo di quella terrestre, la presenza di frequenti tempeste di sabbia, l'estate che dura sei mesi e i tramonti che sono blu per descrivere con leggerezza la bizzarra quotidianità di una famiglia di oggi che vive sul Pianeta Rosso. Siamo orgogliosi di poter raccontare ai nostri ragazzi come potrebbe essere un giorno la vita su Marte e di trasmettere loro fiducia nella scienza e nel futuro. Oggi più che mai».   

METRO