Spettacoli

Lo Stato Sociale presenta cinque dischi in Bicocca

Musica Milano

MILANO Dalla DAD alla SAD. Nel primo caso si fa riferimento all'ormai conosciutissima didattica a distanza. Nel secondo a “Stati A Distanza”, un incontro speciale con Lo Stato Sociale per presentare il nuovo progetto del collettivo bolognese. Ovviamente in un contesto didattico, quello dell'Università Milano-Bicocca. 

Domani, alle 15, sulla piattaforma Zoom, riservato a 450 studenti dell'Ateneo, la professoressa Francesca Foppolo, docente di Psicologia della Comunicazione, presenterà i 5 dischi dei 5 artisti, uno per ogni componente della band, annunciati pochi giorni fa.

Ciascuno dei lavori presenterà la personalità dell'artista che lo ha realizzato seguendo la propria impronta creativa, accompagnato dai suoi ospiti musicali e sostenuto dal team personale. Il tutto per sottolineare sempre di più chi sono i singoli individui che formano il collettivo bolognese.

«Potevamo fare la cosa più strana nel momento più strano... e l’abbiamo fatta», commenta Lo Stato Sociale.

Il primo a lanciarsi in questa inedita avventura è stato Bebo, che lo scorso 29 gennaio ha svelato le sue 5 tracce via Garrincha Dischi/Island Records: un lavoro coraggioso sia per le sonorità scelte sia per le tematiche che affronta a colpi di spoken word. Un disco scritto con le mani in tasca, metaforicamente e no: «Come uno che passeggia. Mettendo tutto in discussione», dice.

Con lui in questo viaggio Matteo Romagnoli (storico produttore de Lo Stato Sociale), Stefano Maggiore (Immanuel Casto, Romina Falconi, etc.) e Francesco Brini, alla batteria in Prima che tu dica pronto; tra gli ospiti I Botanici che, con le loro chitarre college rock, allargano l’orizzonte di Fantastico!, e il maestro Remo Anzovino come pittore della colonna sonora di Sono libero.

Per svelare tutto il resto bisognerà aspettare domani.

METRO

 

 

Articoli Correlati
Spettacoli