Coronavirus Italia

Guerra di carte bollate tra Lombardia e Governo sull'Rt

Milano

Chi ha sbagliato a calcolare i dati sull’Rt in Lombardia? Non si placa la guerra tra Regione e Governo, con in più l’incursione del sindaco Sala che ieri sui social a invitato il Pirellone a non «buttare in rissa la questione sull'Rt lombardo» e fornire i dati, aggiungendo maliziosamente  che l’unica Regione a contestare l’algoritmo del Governo sia stata la Lombardia, l’unica con i dati sbagliati. A stretto giro gli ha risposto il presidente della Regione Attilio Fontana: «I dati di Regione Lombardia sono pubblici e il sindaco Beppe Sala lo sa benissimo. Gli uomini del suo governo, dopo che abbiamo fatto ricorso al Tar e segnalato anomalie sull’algoritmo dell’Istituto Superiore di Sanità che calcola l’Rt, ci hanno chiesto di integrare i dati già inviati e non modificati con ulteriori specifiche che non fanno parte delle richieste standard. E, come per magia, il rosso è diventato arancione, se non giallo». Giallo per ora no, a dir la verità, mentre l’Istituto Superiore di Sanità ha continuato a sostenere che  a partire dal 12 ottobre,  a mandare i dati sbagliati, che non tenevano conto dei guariti, sia stata la Regione. Proprio per vederci chiaro sulla vicenda dovrebbe esprimersi il Tar che in un prima tempo doveva solo rivalutare la zona rossa ma a questo punto è chiamato a decidere chi dei contendenti ha ragione. Fontana ci punta, appellandosi al giudizio della magistratura, anche se in serata ha stemperato i toni: «Probabilmente non è colpa di nessuno, lasciamo che la magistratura accerti come si sono svolti i fatti e individui se ci sono delle responsabilità». Di più. Fontana ieri ha dichiarato di appoggiate la class action che i commercianti, a fronte di perdite calcolate in 600 milioni per la zona rossa non necessaria, stanno meditando di avviare. Supportati anche da alcuni sindaci di centro sinistra come quello di Bergamo Giorgio Gori.
Insomma un bel pasticcio che oggi porterà sotto Palazzo Lombardia i partecipanti a un  flashmob, organizzato da varie sigle tra cui il Pd e i M5s,  dove i presenti sono invitati a presentarsi armati di calcolatrici  per ironizzare sull'incapacità della giunta Fontana di fare i conti. Il senatore M5s Toninelli annuncia una question time al ministro della Salute Speranza.

Articoli Correlati
Coronavirus Italia