Coronavirus Italia

Zona Rossa Il Tar prende tempo

Covid

Salute La decisione del Tar del Lazio sul ricorso contro l'ordinanza con la quale il 16 gennaio il ministro della Salute ha messo la Lombardia in zona rossa, presentato da Fontana, slitta a lunedì. Ieri infatti il giudice ha aggiornato l’udienza alla prossima settimana. Un tempo necessario per acquisire nuovi dati. Si tratta del “Report fase 2”, contenente i numeri sull'emergenza da Covid-19 relativi alla  settimana 11 gennaio/17 gennaio 2021. La pubblicazione del report è attesa per oggi. Le parti in causa “sono invitate a depositare la detta documentazione in tempo utile per il suo esame, differendosi l'audizione a lunedì 25 gennaio”, ha scritto  il giudice monocratico. 
“Prendiamo atto del rinvio disposto dal Tar”, ha risposto il Pirellone, “i tecnici dell'Istituto Superiore di Sanità e della Direzione Generale  Welfare hanno in corso una interlocuzione e, nelle prossime ore, valuteranno una serie di dati aggiuntivi da parte della direzione Welfare lombarda”. 
Dati che serviranno, secondo la Regione, ad “ampliare e rafforzare quelli standard già trasmessi nella settimana precedente, ai fini di una rivalutazione in vista della Cabina di regia di domani”. 
Col suo ricorso Fontana non mira solo a far cambiare colore alla Lombardia, ma a cambiare interamente il sistema dei colori. Per questo la portata del responso del giudice è nazionale. "La cabina di regia domani (oggi, ndr) darà i dati settimanali, come Cts daremo indicazioni e gli orientamenti saranno poi condivisi con le regioni. Non è il Cts che decide, il Comitato fa valutazioni e il ministro Speranza deciderà e firmerà le ordinanze, sentendosi coi presidenti di regione e si stabilirà il colore di una regione", ha detto Agostino Miozzo, coordinatore del Cts, "Se il Tar dovesse decidere su una sospensiva, saranno il ministro e il governo a decidere, noi ne prenderemo atto", ha concluso. 

Articoli Correlati
Coronavirus Italia