Spettacoli

Sanremo come music boat? «Possibile ma rischioso»

Amadeus Sanremo 71

SANREMO Si farà o no questo 71° Festival di Sanremo? E se sì, quando? Dal 16 marzo, come già annunciato da Amadeus, oppure due settimane dopo, in Aprile, come auspicato dal sindaco della città dei Fiori a seguito dell’ultimo Dpcm del 16 gennaio? E, poi, sarà possibile fare una nave-bolla per un Festival in tutta sicurezza? 

Sul poliedrico “quisillibus” entra a gamba tesa Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza che spiega: «Dal punto di vista tecnico scientifico è una cosa un po’ rischiosa, deve esser fatta col massimo rigore. Quando confini delle persone in uno spazio ristretto, come una  nave, tocca stare attentissimo, perché può essere un luogo di protezione ma se per qualche motivo c’è un contagio può diventare il luogo ideale per la diffusione».

Se viene fatta bene - aggiunge Ricciardi - può preservare e proteggere le persone, ma se c’è qualche sgarro alla sicurezza diviene un’arma a doppio taglio servirebbero dei controlli continui. «I controlli dovrebbero esser quotidiani - chiosa il consigliere - per i tamponi  rapidi, ma i protocolli su mascherine, igiene e distanziamento dovrebbero esser ancora più assidui». Insomma, il Festival in versione music boat potrebbe trasformarsi, se non si pone la massima attenzione, in un'ecatombe. E non parliamo di ascolti...

 

 

ORIETTA CICCHINELLI

 

Articoli Correlati
Spettacoli