Spettacoli

Beppe Fiorello, il sogno suo padre e Modugno

Giuseppe Fiorello

TELEVISIONE Giuseppe Fiorello porta su Rai1 (l'11 gennaio, prodotto da Friends & Partners) “Penso che un sogno così”, adattamento tv dello spettacolo che ha viaggiato lungo l'Italia per 300 serate dedicato a suo padre e a Domenico Modugno ma non solo.

«Sorvolo la mia infanzia, la Sicilia e l'Italia di quegli anni, le facce, le persone: tra ricordi autobiografici, musica, e tematiche importanti», spiega l'attore che racconta due vite distanti, parallele e unite da tanti dettagli, a cominciare dalla somiglianza fisica sino a quella dell'anima: quella di suo padre, morto a soli 58 anni.

Il mito di Modugno, come Giuseppe Fiorello ha spiegato presentando alla stampa l'evento, rivive nei ricordi di un bambino siciliano, per arrivare poi al magico destino che lo ha scelto come interprete del grande cantante, con un sottofondo di canzoni che hanno segnato momenti della sua vita, accompagnando prima i suoi sogni di ragazzo e poi le consapevolezze della maturità. ùNel racconto si inseriranno vari ospiti ("ognuno di loro sarà parte stessa di questa narrazione, non verranno introdotti con una presentazione") tra cui Eleonora Abbagnato che "danzerà sulle note di una canzone scritta da Pasolini per Modugno", Francesca Chillemi, Pierfrancesco Favino, Paola Turci, Serena Rossi.

E sul fratello Rosario Beppe dice: «Vedrete un Fiore inedito, come io stesso ho sempre sognato. Sarà molto intenso, in tanti anni non ci siamo forse mai guardati così».

Spettacoli