Spettacoli

Markus Werba a Santa Cecilia

Lirica Roma

ROMA Per la prima volta a Santa Cecilia l’integrale di Des Knaben Wunderhorn con Markus Werba baritono. Il nuovo anno della Stagione sinfonica dell’Accademia si apre con un doppio appuntamento l'8 e e il 15 gennaio, dalla Sala Santa Cecilia alle 20.30 in diretta streaming sulla piattaforma digitale IDAGIO app.idagio.com/live.

Daniele Gatti, già direttore della compagine ceciliana negli anni ’90 e attuale direttore musicale del Teatro dell’Opera di Roma, dirigerà infatti Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia offrendo al pubblico l'occasione di ascoltare l’integrale dei Lieder per voce e orchestra musicati da Gustav Mahler dalla raccolta di poesie di canti popolari Des Knaben Wunderhorn di Clemens Brentano e Achim von Armin.  

Direttore incline al repertorio tedesco lungamente frequentato in concerti e incisioni discografiche – da Beethoven a Schumann, da Wagner a Mahler e Strauss – Gatti aveva già proposto al pubblico ceciliano “assaggi” della raccolta che stavolta viene invece eseguita nella sua forma integrale.

Affiancato dalla presenza della star Markus Werba – baritono austriaco, già apprezzato nelle stagioni ceciliane –, Daniele Gatti suddivide tematicamente i lieder nelle due serate, affiancando brani che rafforzano l’atmosfera celebrata nei testi: nel primo concerto (8 gennaio) gli echi di guerra e militari evocati dal ritmo e dalle parole di Revelge, Lied Des Verfolgten im Turm, Der Schildwache Nachtlied, Trost Im Unglück, Wo Die Schönen Trompeten Blasen, Der Tambourg’sell riecheggiano nell’Ouverture Coriolano di Beethoven, ispirata alla figura del condottiero romano Gaio Marcio e dalla Sinfonia n. 100 di Joseph Haydn detta “Militare” per il piglio deciso dell’Allegretto del secondo movimento.

Nel secondo concerto (15 gennaio) la leggerezza dei versi di Rheinlegendchen, Wer Hat Dies Liedlein Erdacht, Lob Des Hoen Verstandes, Des Antonio von Padua Fischpredigt, Werlor’ne Müh’, Das Irdische Leben, è ripresa dall’atmosfera sospesa della “Tempesta” di Haydn e dalla serenità della Sinfonia n. 6 di Beethoven “Pastorale”.

METRO

Articoli Correlati
Spettacoli