CAMPIDOGLIO
5:02 pm, 22 Maggio 24 calendario

“Attento al cane”: a Roma parte la campagna per l’adozione consapevole

Di: Redazione Metronews
Attento al cane
condividi

Si chiama “Attento al cane” ed è la campagna di comunicazione presentata questa mattina in Campidoglio per l’adozione consapevole degli animali d’affezione.  Una iniziativa promossa dall’Assessorato all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei Rifiuti di Roma Capitale.

“Attento al cane” per una maggiore consapevolezza

In occasione dell’approssimarsi della stagione estiva, che tradizionalmente vede aumentare il numero degli abbandoni degli animali, soprattutto cani e gatti, la campagna illustrata dall’assessora Sabrina Alfonsi e dal responsabile della Comunicazione del Campidoglio, Luca Tagariello ed alla presenza del consigliere delegato all’Ambiente della Città Metropolitana di Roma, Rocco Ferraro, serve a promuovere una maggiore consapevolezza e senso di responsabilità in coloro che decidono di adottare un animale.

Alfonsi: “Una scelta responsabile”

«L’adozione è una scelta che bisogna fare in maniera responsabile. Con la piena consapevolezza degli impegni che comporta nei confronti dell’animale che scegliamo per condividere insieme a noi la vita quotidiana» ha esordito l’Assessora Alfonsi.

«Si tratta di un impegno serio, a lungo termine, in cui la cura dell’animale diventa una responsabilità, oltre che un piacere. Si tratta di esseri senzienti, che come tali vanno curati e rispettati. Non sono giocattoli e non si possono trattare come giocattoli, prendendoli quando ci fa piacere e abbandonandoli al loro destino quando la loro presenza diventa un problema. O un ostacolo ai nostri desiderata».

Una campagna educativa

“Attento al cane” vuole essere una campagna educativa, che già dal claim richiama il concetto di attenzione. Nel senso di cura che guarda alle esigenze dell’animale, e usa immagini molto colorate, simpatiche ed accattivanti. Oltre che messaggi che rimandano appunto all’attenzione verso i piccoli gesti quotidiani che garantiscono il benessere dei nostri animali», conclude l’Assessora.

«Questa campagna mette in evidenza la grande attenzione dedicata dal sindaco Gualtieri e dall’Assessora Alfonsi ai temi del benessere animale» ha commentato il consigliere delegato all’Ambiente della Città Metropolitana di Roma, Rocco Ferraro. «Un grande lavoro è stato svolto nei due anni e mezzo trascorsi dall’inizio del mandato, soprattutto per migliorare le strutture e l’accoglienza, in sinergia con le Associazioni dei volontari».

Con la nuova campagna prosegue l’attività di comunicazione avviata nel 2023 dall’Assessorato all’Ambiente:

– con la campagna “L’Abbandono è come uccidono i vigliacchi”, un messaggio forte e chiaro per accendere un faro su un fenomeno, quello dell’abbandono, che ha numeri impressionanti, con oltre 50 mila cani e 80 mila gatti abbandonati ogni anno in Italia:

– con il progetto “L’Amore non ha età”, realizzato in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali, per promuovere l’adozione di cani e gatti accolti nelle strutture pubbliche da parte di anziani ospiti nelle strutture residenziali di Roma Capitale;

– Con l’evento “Jingle Pet – la festa delle famiglie adottanti” svoltosi nel mese di dicembre con lo scopo di favorire un momento di scambio, conoscenza e condivisione tra tutti coloro che hanno scelto di adottare dai canili e gattili comunali.

Muratella e Ponte Marconi, 528 cani

Al 30 aprile di quest’anno, nei due canili di Muratella e Ponte Marconi, risultano ospitati 528 cani. Finora ci sono state 297 adozioni, con 10 animali rientrati al canile, e 112  nuovi ingressi.

Un rapido confronto ci dice che nel 2023 ci sono state complessivamente 866 adozioni, con 36 rientri al canile.

Per garantire la maggiore tutela del benessere degli animali Roma Capitale ha voluto investire nel progetto dell’Ospedale Veterinario pubblico. Con l’obiettivo di garantire in via prioritaria cure mediche adeguate agli animali accolti nelle strutture pubbliche e a quelli accolti dalle famiglie con adozione al canile.

L’obiettivo di secondo livello? Sarà di espandere per quanto possibile il servizio di cure veterinarie alle famiglie più fragili o a basso reddito. Il progetto esecutivo per la realizzazione dell’opera è pronto. Deve essere validato, messo a gara ed affidato: entro l’anno è previsto l’avvio dei lavori.

Infine, è stato avviato all’inizio di maggio il nuovo accordo quadro per ampliare la capacità di accoglienza e cura di cani e gatti. Mediante l’attivazione di convenzioni con strutture private.

Il nuovo bando contiene diversi elementi di novità, tra i quali spiccano i criteri premianti per la valutazione delle offerte. Che privilegiano la qualità dei servizi, l’ampiezza degli spazi, la continuità dei presidi sanitari. Oltre che l’osservanza di standard elevati di pulizia e igiene.

22 Maggio 2024
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo