migrazioni
4:15 pm, 14 Maggio 24 calendario

Nel 2023 quasi 76 milioni di sfollati “interni” nel mondo, cifra record

Di: Redazione Metronews
sfollati
condividi

Secondo l’Osservatorio degli sfollati interni (Idmc), i conflitti a Gaza, in Sudan o nella Repubblica Democratica del Congo hanno fatto aumentare il numero di sfollati “interni” nel mondo fino alla cifra record di 75,9 milioni nel 2023. Il numero di sfollati è aumentato del 50% negli ultimi cinque anni e di quasi cinque milioni dalla fine del 2022, ha dichiarato l’organizzazione nel suo rapporto annuale. Secondo l’Ong, alla fine del 2022 il numero di sfollati interni era di 71,1 milioni. A differenza dei rifugiati, che fuggono all’estero, gli sfollati “interni” rimangono nel loro Paese ma sono costretti a lasciare le proprie case.

Un fenomeno in forte aumento

La violenza e i conflitti sono i principali fattori di sfollamento forzato (68,3 milioni), mentre le catastrofi hanno costretto 7,7 milioni di persone a lasciare le proprie case. Negli ultimi cinque anni, il numero di persone sfollate a causa di violenze e conflitti è aumentato di 22,6 milioni. I due aumenti maggiori si sono verificati nel 2022 e nel 2023. Con 9,1 milioni di sfollati, il Sudan ha il più alto numero di persone sfollate da quando l’Idmc ha iniziato a contarli nel 2008. L’organizzazione osserva che quasi la metà degli sfollati vive nell’Africa subsahariana. «Negli ultimi due anni, abbiamo assistito a un numero allarmante di persone costrette a fuggire dalle proprie case a causa di conflitti e violenze, anche in regioni in cui la tendenza stava migliorando», ha dichiarato la direttrice dell’Idmc, Alexandra Bilak.

14 Maggio 2024
© RIPRODUZIONE RISERVATA