Ruggiero & Colombo
10:58 am, 20 Marzo 24 calendario
3 minuti di lettura lettura

Le Altrevie di Antonella Ruggiero e Roberto Colombo

Di: Redazione Metronews
Antonella Ruggiero
condividi

Altrevie è il nuovo album di Antonella Ruggiero e Roberto Colombo, il primo insieme dopo la parentesi di “Pomodoro genetico” del 2008. Il disco sarà fuori da domani 21 marzo 2024.

Altrevie by Antonella Ruggiero & Colombo

Altrevie è una ricerca artistica a più voci che si sviluppa nel suono, nella carta e nel web. Un’iniziativa davvero inusuale la cui particolarità la colloca sicuramente tra i progetti più sperimentali all’interno dell’ampio repertorio della Ruggiero.

L’idea di fondo è stata quella di ricreare un nuovo linguaggio per realizzare una proposta musicale del tutto innovativa. La ricerca sonora dei due artisti si è concentrata sulla manipolazione digitale della voce e sulla coniazione di una lingua immaginaria e sconosciuta per animare il mondo di Altrevie.

Insieme hanno riversato, scomposto e ricomposto le tracce vocali del primo lavoro solista della Ruggiero (Libera pubblicato nel 1996 e registrato tra l’India e l’Italia, un mix di cultura musicale occidentale e orientale) accompagnando il nuovo canto di Antonella con armonizzazioni e arrangiamenti originali di Roberto Colombo. Il risultato sono 12 brani di melodie inedite con un linguaggio estremamente suggestivo, che stupirà gli ascoltatori per la sua bellezza.

12 tracce originali

«Una volta separate le 12 tracce vocali originali dalla parte strumentale – spiega Colombo – queste sono state riprodotte al contrario con la tecnica del “reverse” . Una tecnica utilizzata dagli Anni ’60 a cominciare dai Beatles per arrivare ad altri gruppi come i Byrds, i Jefferson Airplane. E fino a Jimi Hendrix, influenzando notevolmente il filone del rock psichedelico di quei tempi. La tecnica consisteva nel registrare normalmente le voci o gli strumenti sul nastro magnetico che successivamente veniva trasferito su vinile facendolo girare al contrario là dove serviva.

«L’effetto ottenuto era estremamente innovativo e straniante. Chiaramente tutto il processo era analogico ma oggi digitalmente si può fare esattamente la stessa cosa. Dopo aver selezionato i fonemi più significativi e aver costruito nuove linee melodiche insieme ad Antonella, ho sviluppato nuove armonizzazioni discostandomi totalmente dal materiale originale tratto dall’album “Libera”. Il risultato raggiunto ci ha sorpreso per le sonorità inaspettate che sono sicuramente andate al di là delle nostre più ottimistiche previsioni e aspettative».

20 Marzo 2024
© RIPRODUZIONE RISERVATA