Io, noi e Gaber
10:00 am, 27 Febbraio 24 calendario
2 minuti di lettura lettura

Io, noi e Gaber di Milani trionfa ai Nastri d’Argento

Di: Redazione Metronews
Io, noi e Gaber
condividi

La prima opera cinematografica dedicata a Giorgio Gaber, scritta e diretta da Riccardo Milani, che con oltre 80 mila biglietti venduti è stata il “Film evento” più visto e applaudito del 2023. Io, noi e Gaber ha superato perfino il fenomeno “Taylor Swift”. E ha raggiunto un nuovo prestigioso traguardo aggiudicandosi il Nastro d’Argento come Miglior Documentario 2024 nella sezione “Cinema, Spettacolo, Cultura”. La motivazione: “Un film importante, un documento che parla di una militanza prima di tutto culturale e personale. Una voce a volte solitaria, quella di Gaber, che è un piacere riascoltare nel ritratto un uomo speciale, indelebile nel cuore di chi lo ha conosciuto e apprezzato”.

Io, noi e Gaber by Milani

La vittoria del docufilm rappresenta un’altra straordinaria tappa del viaggio di Io, Noi e Gaber, il perfetto epilogo delle iniziative realizzate dalla Fondazione Gaber a coronamento di un anno di celebrazioni (il 2023). In occasione del ventennale della scomparsa del Signor G, di cui la pellicola di Milani è stata il cuore pulsante. Il docu è prodotto da Gianluigi Attorre e Caterina Mollica per Atomic in coproduzione con RAI Documentari e LUCE CINECITTÀ, distribuito da Lucky Red e promosso dalla Fondazione Gaber.

Dopo il trionfo alla Festa del Cinema di Roma, dove è stato presentato in proiezione speciale, e dopo aver conquistato il pubblico riempiendo le sale di oltre 260 cinema in tutta Italia il 6, 7 e 8 novembre con reprise il 12 e 13 dicembre, il film è stato un must per molte sale che hanno proseguito la programmazione. Sulla scia del successo nei cinema, il docufilm è poi sbarcato in Tv in prima serata su Rai 3 a Capodanno. E ha ottenuto un ulteriore eccezionale risultato, il 9,5% di share, con oltre 1 milione e 604mila spettatori. Dato d’ascolto notevole per un film documentario, e un altro grande traguardo, a cui si aggiunge ora un nuovo importante capitolo con la vittoria del prestigioso premio cinematografico.

I luoghi di Giorgio G

Girato tra Milano e Viareggio, nei luoghi della vita di Giorgio Gaber, Io, Noi e Gaber è il ritratto più che mai vivo e incisivo del Signor G. Un viaggio esclusivo che attraversa tutte le fasi della sua lunga carriera artistica. Dai primissimi esordi nei locali di Milano al rock con Adriano Celentano. Dal sodalizio artistico e surreale con l’amico Jannacci agli iconici duetti con Mina e alle canzoni con Maria Monti. Dagli anni della popolarità televisiva al teatro, con l’invenzione, insieme a Sandro Luporini, del Teatro Canzone, piena espressione del suo impegno politico e culturale.

Attraverso la voce di familiari e amici, Riccardo Milani traccia un ritratto intimo e appassionato di Gaber, che include ad un tempo la sua storia personale. Lo fa attraverso le parole della figlia Dalia e delle persone storicamente a lui più vicine. Una sinfonia di voci di colleghi e artisti che lo hanno vissuto e amato. Il docufilm vede la partecipazione speciale di Gianfranco Aiolfi, Massimo Bernardini. Pier Luigi Bersani, Claudio Bisio, Mario Capanna, Francesco Centorame. E, ancora, Lorenzo Jovanotti Cherubini, Ombretta Colli, Paolo Dal Bon, Fabio Fazio, Ivano Fossati, Dalia Gaberscik, Ricky Gianco.

Infine, Gino e Michele, Guido Harari, Paolo Jannacci, Lorenzo Luporini, Roberto Luporini, Sandro Luporini. Mercedes Martini, Vincenzo Mollica, Gianni Morandi, Massimiliano Pani, Giulio Rapetti-Mogol, Michele Serra.

27 Febbraio 2024
© RIPRODUZIONE RISERVATA