12:23 pm, 22 Dicembre 23 calendario

Giorgetti in Aula Renzi: “Falsa e sovranista”, si discute la fiducia in aula

A cura di ACS
senato-fiducia
condividi

Nel Senato italiano, le dichiarazioni di voto sulla fiducia per la manovra finanziaria hanno dato il via a un acceso dibattito. Il governo ha posto la fiducia sul maxiemendamento che rimpiazza l’articolato con le modifiche apportate durante l’esame della Commissione di Bilancio di Palazzo Madama. Presente in Aula il Ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, insieme ai ministri Luca Ciriani, Daniela Santanchè e Orazio Schillaci.

Matteo Renzi, leader di Italia Viva, ha espresso un deciso no alla manovra, criticandola per essere basata su presupposti falsi e per rappresentare una visione sovranista e populista dell’Europa e del mondo, in netto contrasto con quella del suo partito.

Durante il suo intervento, Renzi è stato oggetto di insulti da parte del presidente Gasparri, come riferito dal capogruppo di Iv al Senato, Enrico Borghi. Il presidente del Senato, Ignazio La Russa, ha annunciato che verrà effettuato un esame della ripresa televisiva per valutare eventuali provvedimenti. Gasparri, pur scusandosi per alcune frasi inopportune, ha ribadito la sua posizione critica nei confronti di Renzi.

Nel frattempo, i membri del M5S hanno esposto cartelli provocatori nei confronti di Gasparri, suscitando la censura del presidente La Russa per la caduta di tono nel dibattito.

Renzi, rispondendo ai giornalisti, ha definito Gasparri un cafone, sottolineando la natura politica del suo intervento.

Giuseppe Conte, presidente del M5S, ha criticato duramente la manovra, definendola come una logica di lacrime e sangue che ignora le esigenze delle fasce più deboli della popolazione, del ceto medio e delle imprese, aumentando la povertà e lasciando inascoltate le necessità di piccoli artigiani e imprese.

Foto e Fonte LaPresse

22 Dicembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo