Milano
3:24 pm, 18 Dicembre 23 calendario

In Lombardia arriva lo psicologo nelle scuole 5 giorni su 7. «Il disagio dei giovanissimi è un’emergenza»

Di: Redazione Metronews
condividi

Da marzo 2024 dovrebbe essere istituito nelle scuole lombarde un servizio di assistenza psicologica, 5 giorni su 7. La Regione Lombardia «sta lavorando attivamente per potenziare il lavoro di assistenza psicologica e pedagogica per le famiglie, gli insegnanti e gli studenti. Abbiamo stanziato oltre 3 milioni di euro per il prossimo triennio» ha detto  l’assessora all’Istruzione, Formazione, Lavoro, Simona Tironi. L’iniziativa interessa gli istituti scolastici statali e paritari di primo e di secondo grado e gli istituti di formazione professionale (IeFP). L’avvio, dopo una sperimentazione iniziale a metà-fine gennaio su 25 scuole statali, 15 paritarie e 15 scuole di formazione professionale, è previsto entro il mese di marzo 2024 e sarà attivo 5 giorni su 7. La sperimentazione Scuola in ascolto è «un’azione concreta che darà un importante supporto», ha aggiunto. «Saranno infatti presenti professionisti all’interno delle scuole, in spazi dedicati – ha proseguito l’assessora – per aiutare i ragazzi nei momenti difficili, come possono essere ad esempio quelli legati ad un disagio psicologico, a problemi legati al bullismo, ma saranno anche un valido aiuto per promuovere le competenze dei ragazzi aiutandoli nella scelta di un percorso scolastico». Il target «è proprio quello dei giovani con le loro difficoltà, incertezze e insicurezze», ha aggiunto l’assessore regionale al Welfare, Guido Bertolaso.

Cresce il disagio psicologico dei giovani

Quello degli ingressi dei giovani nei pronto soccorso a causa di disagi psicologici «è un’emergenza vera e propria» ha detto Bertolaso. Il numero «dei giovani anche giovanissimi che arrivano in pronto soccorso oggi, rispetto a quello che accadeva prima del Covid, è impressionante», ha sottolineato. «Abbiamo in certi momenti anche 4 o 5 casi che arrivano in pronto soccorso, magari anche in codice giallo, quindi abbastanza seri». Per Bertolaso «trattare questi giovani è più complicato che trattare un infarto o ictus» perchè «servono strumenti e preparazione ben diverse. Da un lato, – ha continuato – ci stiamo organizzando per cercare di gestirli al meglio», dall’altro «bisogna evitare che arrivino al pronto soccorso proprio con interventi a monte e prevenzione, aiuto e accompagnamento».

Per il servizio Scuola in ascolto saranno creati appositi spazi di consulenza e formazione, all’interno delle strutture scolastiche, grazie al coinvolgimento di scuole statali, paritarie e istituzioni formative, che si organizzeranno in Rete per garantire la maggiore diffusione del servizio sul territorio. Saranno coinvolti psicologi e pedagogisti selezionati per questo servizio, e saranno in costante raccordo con le ATS di competenza territoriale. Regione Lombardia «considera prioritaria la prevenzione del disagio giovanili.

Legge per lo psicologo di base

Intanto la Commissione Sanità del Consiglio regionale ha approvato all’unanimità il progetto di legge che istituisce lo psicologo di base. Entro fine gennaio si prevede il voto finale in aula. Una legge che garantirà 36 milioni di euro di finanziamento in 3 anni per istituire il servizio.

 

 

18 Dicembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo