Animali abbandonati
6:25 pm, 12 Dicembre 23 calendario
8 minuti di lettura lettura

Carabinieri forestali: «Abbandonati 50mila cani ogni anno»

Di: Redazione Metronews
50mila cani abbandonati
condividi

Sono 50mila i cani abbandonati ogni anno in Italia, la maggior parte nelle città del Centro-Sud. E il numero cresce se si parla di gatti: sono circa 80mila i mici rilasciati in libertà nelle strade. È quanto hanno spiegato i carabinieri del Comando unità forestali ambientali e agroalimentari (Cufa) durante la conferenza stampa di questa mattina a Roma, durante la quale hanno presentato le attività svolte nel 2023.

Carabinieri forestali: «Abbandonati 50mila cani ogni anno»

All’evento i militari hanno presentato anche la guida ‘”Amici fedeli”, per una “convivenza serena” con gli amici a quattro zampe. A realizzarla, l’Arma dei Carabinieri assieme alla Lav (Lega Anti Vivisezione). Hanno partecipato, tra gli altri, il Generale Antonio Danilo Mostacchi, Comandante Carabinieri per la Tutela della Biodiversità e il presidente della Lav Gianluca Felicetti. Oltre a loro c’erano il tenente colonnello Stefano Cazora, direttore responsabile della rivista #Natura, periodico di ambiente e territorio dell’Arma dei Carabinieri, il Colonnello Giorgio Maria Borrelli, comandante del raggruppamento Carabinieri Cities e la professoressa Eugenia Natoli, etologa specializzati in animali domestici. A moderare l’evento Maria Luisa Cocozza, giornalista e conduttrice de “L’arca di Noè”.

Mostacchi: «Impariamo ad amare gli amici a quattro zampe»

«La giornata di oggi è un’occasione privilegiata per l’Arma dei Carabinieri, e nello specifico per il corpo dei Forestali, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della cura, dell’attenzione e dell’amore che dobbiamo avere nei confronti degli animali d’affezione», ha commentato il generale Mostacchi.

I cuccioli non sono giocattoli

«A Natale ci si scambia tanti doni e, tra questi, i cuccioli sono molto quotati. Cani, gatti che poi d’estate, quando dobbiamo partire per le vacanze, abbandoniamo senza farci troppi problemi. Sono decine di migliaia i casi di abbandono d animali domestici. Oggi, attraverso questo momento, dobbiamo aprire anche un focus sull’attività che dobbiamo svolgere che non è soltanto di prevenzione o della repressione dei reati, ma è anche quello di sensibilizzare attraverso un programma di educazione ambientale la popolazione scolastica del nostro territorio», ha aggiunto il generale.

Felicetti (Lav): «I reati contro gli animali sono reati contro la società»

«La giornata di oggi è una delle tappe dell’attuazione del protocollo d’intesa tra l’Arma dei Carabinieri e la Lav, che oltre ad azioni sul territorio per la repressione dei reati contro gli animali, prevede anche delle attività di formazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica», ha spiegato il presidente della Lav Gianluca Felicetti.

«I reati contro gli animali sono reati contro la società tutta, vi sono vere e proprie organizzazioni criminali che lucrano sulla pelle degli animali. La Lav è qui anche per lanciare un appello alla Commissione Giustizia della Camera che ha all’ordine del giorno proprio la riforma del codice penale sulla repressione dei reati in tema di maltrattamenti di animali. C’è necessità di inasprire le pene per poter dare dei mezzi in più a carabinieri e magistratura per intervenire sia nelle repressione che nella prevenzione dei maltrattamenti sugli animali».

Maltrattamenti: denunciate 545 persone

Per quanto riguarda i maltrattamenti sugli animali, tra il 2022 e il 2023 i controlli dei Carabinieri del Cufa sono stati 9.855. Controllate 5.960 persone, di cui 545 denunciate, mentre i sequestri sono stati 6. Sono state 212, invece, le sanzioni emesse per un importo pari a 128.731,90.

Per quanto riguarda poi la prevenzione del randagismo e la protezione nei confronti di animali pericolosi, gli accertamenti complessivi sono stati 20.140. Le persone controllate sono state 10.293 di cui 158 quelle denunciate e 3.226 sanzionate, per una cifra totale di 754.194 euro. Ammontano invece a 21 i sequestri di animali.

Nel Lazio quasi 700 controlli

Nel Lazio, invece, i controlli sui maltrattamenti degli animali sono stati 688: 51 persone sono state denunciate tra il 2022 e il 2023, mentre 17 sono state sanzionate per un importo complessivo di 4.891 euro.

In tutto il Paese oltre 60 milioni di animali domestici

In Italia, secondo alcune stime, sarebbero complessivamente più di 60 milioni gli animali che vivono con gli uomini, con rapporto 1 a 1 rispetto alla popolazione residente e, tra questi, oltre 7 milioni di cani e ancora più gatti. Sono sottostime, perché si tratta dei quattro zampe dichiarati, tenuto conto che agli stessi bisogna aggiungere quasi 13 milioni di uccelli, 30 milioni di pesci e una nutrita schiera di rettili e piccoli mammiferi.

Ragionevolmente si può stimarne la popolazione tra i 20 e 30 milioni di esemplari comprendendo quelli, e sono purtroppo ancora molti, non dichiarati, nonché una moltitudine di randagi.

Rispoli (Cufa): «Il rispetto degli animali è un dovere giuridico oltre che morale»

«Trattare con amore e rispetto gli animali è un dovere giuridico oltre che etico e morale, rappresentando la cifra di una società avanzata e solidale», è il commento del Generale Andrea Rispoli, Comandante del Cufa. «L’Arma dei Carabinieri, preposta alla protezione del mondo naturale e alla diffusione della cultura ambientale, continuerà e intensificherà le azioni necessarie alla protezione degli animali, per garantire il rispetto della legge e il benessere di essere viventi, contro ogni forma di sfruttamento e maltrattamento».

12 Dicembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA