Roma
8:57 pm, 22 Novembre 23 calendario
4 minuti di lettura lettura

Rapinano la farmacia di cui sono assidui frequentatori: arrestati

Di: Redazione Metronews
Rapinano farmacia
condividi

Rapinano la farmacia di cui sono assidui frequentatori: arrestati un uomo di 53 anni e una donna di 36. Il colpo risale ad alcuni giorni fa.

Rapinano la farmacia di cui sono assidui frequentatori: arrestati

Hanno minacciato un farmacista con una siringa piena di sangue per farsi consegnare l’incasso. Peccato però che fosse la stessa che i due, frequentano abitualmente. I carabinieri della Stazione di Roma Ottavia hanno fermato l’uomo un uomo, originario di Taurianova, in provincia di Reggio Calabria, e la donna, originaria di Budrio, in provincia di Bologna. Sono entrambi senza fissa dimora e con precedenti. l’accusa nei loro confronti è rapina in concorso.

I fatti risalgono al pomeriggio dello scorso 8 novembre quando, su richiesta giunta al 112, i carabinieri sono intervenuti in una farmacia di via Andersen, nella periferia ovest della Capitale. Lì il medico di turno, un uomo di 36 anni, romano, ha riferito che poco prima due persone, da lui conosciuti in quanto assidui frequentatori della farmacia, sono entrati nel negozio per poi avvicinarsi al bancone e intimargli di consegnare l’incasso.

In un primo momento, conoscendoli, il medico ha pensato si trattasse di uno scherzo. Tuttavia, quando il 53enne ha estratto una siringa piena di sangue dalla tasca sinistra del proprio giubbotto e lo ha minacciato, ha capito le vere intenzioni dei due e ha consegnato loro l’incasso custodito in cassa in quel momento, pari a 650 euro. I due, una volta impossessatisi del denaro, si sono dati alla fuga a piedi.

La denuncia, le indagini e l’arresto

Acquisita la denuncia della vittima, che nonostante conoscesse gli autori della rapina non sapeva fornire le loro esatte generalità, i carabinieri hanno immediatamente acquisito le immagini della video sorveglianza presenti all’interno della farmacia, riuscendo a identificare la coppia, essendo persone già note per precedenti reati.

Accertata la loro identità anche a seguito di riconoscimento fotografico da parte del medico, i militari hanno iniziato la ricerca degli indagati e hanno diramato una nota di rintraccio anche alle altre pattuglie dell’Arma. Lo scorso pomeriggio, grazie alla rete informativa, una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma Monte Mario, impegnata nei quotidiani controlli del territorio, ha rintracciato e fermato i due indagati poi presi in carico dai colleghi della stazione Roma Ottavia, che li ha quindi sottoposti a fermo di indiziato di delitto e li ha trasportati in carcere, il 53enne a Regina Coeli e la 36enne a Rebibbia Femminile, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il Tribunale di Roma ha convalidato il fermo dei due e ha disposto nei loro confronti la custodia in carcere.

22 Novembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo